Settore agricolo, Spina: ''Servono più risorse per innovare le aziende'' Politica

Oggi più che mai nel settore agricolo servono più risorse per innovare le aziende, per promuoverne i miglioramenti delle prestazioni economiche e ambientali, per tutelarne l’impegno nelle aree montane, per sostenere l’insediamento dei giovani, per incoraggiare, con adeguati finanziamenti, la stipula di polizze assicurative, sempre più importanti con i cambiamenti climatici in atto. Servirebbero anche maggiori risorse per l’internazionalizzazione, a fronte di un mercato sempre più globale”. E’ quanto afferma Zaccaria Spina, candidato nella lista “Con De Luca-Campania Popolare, Liberaldemocratici, Moderati”.

E’ per tali ragioni che, però - aggiunge -, la distribuzione dei fondi comunitari non può rispondere alle esigenze agricole in modo univoco, anche perché non sono univoche le esigenze del territorio. Non possono essere utilizzate le medesime strategie per aziende che operano in zone diverse, e dunque con diverse potenzialità produttive sulla base delle specifiche caratteristiche strutturali, ambientali e geologiche.

Le aree rurali interne ad agricoltura intensiva - conclude Spina - hanno subito una vera marginalizzazione. Bisogna sfruttarne perciò i punti di forza: scarsa pressione antropica; diversificazione dei prodotti che diventano tratti identitari di quel territorio; turismo rurale, culturale ed enogastronomico che non risente in maniera marcata della stagionalità. I punti di forza possono essere utilizzati come slancio di sviluppo”.