Trasporto pubblico locale nel Sannio: il consigliere regionale Mortaruolo incontra l'amministratore delegato di Air Mobilità Politica

Questa mattina il consigliere regionale della Campania, Erasmo Mortaruolo ha incontrato ad Avellino, presso la sede di AIR Mobilità, l’amministratore delegato Alberto De Sio e la responsabile dell’ufficio tecnico commerciale Serenella Matarazzo. Presente anche Mariano Gallo, docente del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio.

Lincontro si è tenuto a margine del tavolo tecnico sul tema della mobilità e delle infrastrutture nel territorio beneventano che era stato convocato lo scorso 29 gennaio dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

“È stato uno spazio di confronto molto importante - racconta Mortaruolo - nel corso del quale ho ribadito all’ing. De Sio la necessità di implementare le corse universitarie e festive su gomma finalizzate al miglioramento di tutti i collegamenti con la provincia di Benevento. Oggi più che mai è necessaria una definizione strutturale che possa consentire di superare l’isolamento del territorio sannita e sia l’occasione per incrementare i servizi resi alla cittadinanza sia per garantire spostamenti più frequenti verso Benevento, visto che all’ateneo sannita si registra un trend positivo di iscrizioni, sia in virtù dei lavori che presto interesseranno la ferrovia caudina i quali inevitabilmente dirotteranno una buona percentuale dell'utenza sui servizi su gomma”.

Prosegue Mortaruolo: “Con il presidente Vincenzo De Luca abbiamo deciso di puntare al ripristino del servizio domenicale, per una più efficace mobilità dei cittadini e anche in funzione turistica, ma anche all’avvio di una serie di corse nei giorni feriali per favorire gli studenti dell’Università del Sannio. Decisivo è lo studio che stamattina il prof. Mariano Gallo dell’Unisannio ha consegnato dall’amministratore delegato di AIR per una disamina delle problematiche esistenti e per il potenziamento del trasporto da e verso il nostro ateneo. Il tutto in un profilo di cooperazione che vedrà nelle prossime settimana la definizione di uno studio che possa rispondere alle esigenze di tanti pendolari e studenti che ogni giorno usufruiscono del trasporto pubblico regionale”.