Vergogna, neppure un manifesto per Facchiano e Bocchino (di G. Fuccio) Politica

Non è la prima volta che accade e sicuramente non sarà l’ultima: quando un ex sindaco oppure un amministratore della cosa pubblica attivo negli anni andati ci lascia, questi viene letteralmente ignorato dalle istituzioni. Non una lacrima, non un fiore, non un manifesto, una dichiarazione di cordoglio, un ricordo…nulla!

Nei giorni scorsi ci hanno lasciato l’avv. Lucio Facchiano (foto) e l’avv. Clino Bocchino e puntualmente le istituzioni, a tutti i livelli, si sono rese latitanti.

Facchiano è stato sindaco di Benevento nel quadriennio 1970 - 1974 ma prima ancora era stato attivo assessore in varie giunte nonché consigliere comunale per un periodo lunghissimo, dal 1952 al 1975!

Clino Bocchino è stato assessore e vice sindaco al Comune di Benevento nell’arco di tempo che va dal 1970 al 1980. Ma è stato anche vice presidente della Regione Campania ed assessore regionale nel 1990.

Insomma si tratta di due personalità politiche che sicuramente hanno dedicato centinaia di giorni e migliaia di ore nelle istituzioni per rappresentare e tutelare gli interessi della gente.

Sempre regolarmente eletti nel corso di libere e democratiche elezioni. Se hanno fatto bene o hanno fatto male questo nessuno oggi lo può dire, lo dirà la storia. Sicuramente si sono resi disponibili e si sono impegnati. E come tali meritavano un diverso trattamento da quelle stesse istituzioni nelle quali hanno lavorato.

Qui non è solo colpa dell’imbarbarimento della vita politica che è sotto gli occhi di tutti. C’è qualcosa di più: la mancanza di sensibilità, direi persino di educazione e di rispetto per chi ci lascia avendo fatto quello che ha potuto e saputo fare con generosità per la propria comunità.

Con questi comportamenti quale insegnamento si lascia alle nuove generazioni?

Insomma ci viene proprio voglia di dire: VERGOGNA!

GIOVANNI FUCCIO

Altre immagini