Vanterie maschili e antiche memorie Società

Giacomo Casanova di Seingalt, veneziano. Un nome magico, che evoca in tutto il mondo il simbolo delluomo forte, virile, conquistatore irriducibile. Da lui iniziata quella lunga storia, con la s minuscola, che ha convinto tutte le donne del mondo o quasi a condividere lidea americana, espressa nel concetto Italians do it better (Gli Italiani lo fanno meglio).

Uomo dalle mille risorse stato viaggiatore curioso, giocatore abituale, abile uomo daffari, intellettuale non disprezzabile, che ha avuto loccasione di conversare con Voltaire, Rousseau e Mozart, un VIP (very important person) del Settecento, che ha incontrato i maggiori sovrani del tempo. Ma stato soprattutto un poeta e letterato, che ci ha lasciato il racconto della sua vita avventurosa.

Lopera, naturalmente intitolata Histoire de ma vie, venne scritta in francese, la lingua cio che allepoca poteva essere considerata come quella in grado di raggiungere il maggior numero di lettori. Solo nel 1964 una traduzione in italiano della Casa Editrice Mondadori ha reso disponibile al grande pubblico la Histoire. Sono sette volumi di un certo peso e la parte dedicata alle conquiste amorose del Casanova non certo quella pi importante.

Al riguardo, comunque, il gran seduttore veneziano molto preciso e ci racconta successi (tanti) e bocconi amari (pochi) con sufficiente schiettezza. Ci dice, per esempio, che il massimo dei rapporti completi possibili stato, per lui giovane e vigoroso, di sei in un arco di diverse ore, intervallate da pasti, conversazioni, abluzioni, e cos via. Gi al compimento del sesto rapporto, come gli capita con M.M., infatti, il tuorlo dellultimo uovo rosso. Casanova ha 28 anni a quel tempo.

Passano i tempi. Forse la salute migliora, forse gli stimoli chimici sono pi efficienti, o forse c solamente il gusto di stupire, il desiderio di primeggiare in tutto. Certo che, da intercettazioni telefoniche comunque venute alla luce, veniamo a sapere che il nostro primo ministro ha del tutto stracciato Giacomo Casanova.

Lui, il Cavaliere, che di anni ne ha qualcuno in pi del celebre veneziano, se ne fatte ben otto di giovani donne su undici che facevano la fila davanti alla sua camera. Che dire? C da restare sgomenti! Con che animo ci presenteremo alle nostre mogli o compagne o fidanzate, quando gi una semplice ripetizione ci sembra un ostacolo insormontabile?

Daltra parte, ce lo dovevamo aspettare, prima o poi.

Gi eravamo consapevoli che Lui fosse il migliore statista italiano degli ultimi centocinquanta anni; sapevamo pure che da giovane era un fortissimo centravanti di sfondamento nella sua squadra di calcio (e immaginiamo lo scorno dei difensori avversari alti 1 e 80 o 1 e 90!!); notorio che le vittorie del Milan sono dovute ai Suoi preziosi consigli dati ad Ancelotti e compagnia, finanche sugli schemi dei calci di punizione; per non parlare dellimprenditore!

Cosa rimaneva? Solo lufficialit che anche nel numero di quelle prestazioni Lui fosse il primo!

Caro Casanova, ogni record prima o poi destinato ad essere superato. Anche se solo col pensiero!

LUIGI PALMIERI

Altre immagini