''Avvento, tempo di Grazia'': il messaggio dell'arcivescovo Accrocca Chiesa Cattolica

In occasione dell’Avvento l’arcivescovo di Benevento mons. Felice Accrocca nella sua lettera per annunciare il tempo di Grazia, che inizia il prossimo 1° dicembre, invita sacerdoti e fedeli ad aprirsi alla carità e alla fraternità: “Come cristiani e sacerdoti ogni giorno possiamo scoprire Gesù nel vangelo e nei poveri”.

Per rendere concreta la testimonianza della carità suggerisce due iniziative:

1) allestire un “angolo della carità” in ogni chiesa dove si riunisce la comunità dei credenti per celebrare l’Eucaristia;

2) “adottare” i 4 gemellini, Luigi, Francesco, Maria Luisa e Arianna Parrella nati grazie al Sì alla vita che papà Marco e mamma Annalisa hanno detto nonostante le difficoltà in cui vivono.

Carissimi confratelli nel sacerdozio, domenica 1 dicembre inizia l’Avvento. E’ un tempo di grazia nel quale, come battezzati e come presbiteri, siamo chiamati ad aprirci alla carità e al dono della fraternità, perché il Vangelo sia annunciato a tutti, e tutti, soprattutto i più poveri, possano continuare a sperare in “cieli nuovi e terra nuova”.

Se vedere il povero è vedere Dio, allora povero è il colore di Dio: come cristiani e sacerdoti possiamo ogni giorno scoprire Gesù nel Vangelo vivo, nei sacramenti e nei poveri. Sia, questo che stiamo per iniziare, un Avvento davvero vissuto e celebrato in pienezza.

A questo proposito sarebbe bello allestire in Chiesa un “Angolo della carità” per promuovere una raccolta di generi alimentari a lunga conservazione o prodotti per l’infanzia da devolvere alla Caritas.

Inoltre, la terza domenica di avvento (15 dicembre), si potrebbe proporre una raccolta fondi per sostenere la coppia di giovani che ha messo al mondo quattro gemellini e altre famiglie bisognose (per le modalità di invio si può contattare la Caritas diocesana oppure l’Ufficio di Enconomato).

Grazie per il vostro cuore sacerdotale, per l’impegno e per l’amore che infondete nel “camminare insieme” alle vostre comunità. Grazie per la vostra testimonianza di amore verso i piccoli e i poveri. Grazie soprattutto perché ci siete e per aver detto il vostro “Sì” a Dio e alla Chiesa. Buon cammino di Avvento”.