Papa Ratzinger ritorner nel Sannio Chiesa Cattolica

Per due volte, nello scorso mese di maggio, larcivescovo Angelo Comastri, vicario di Sua Santit per la Citt del Vaticano, stato nel nostro Sannio: luned 9 maggio presso lAuditorium Giovanni Paolo II del Seminario di Benevento, su invito del direttore dellIstituto Superiore di Scienze Religiose Redemptor Hominis, per tenere una conferenza su Maria donna eucaristica e presiedere la Concelebrazione con latto di consacrazione alla Madonna; mercoled 25 maggio a Pietrelcina per il 118 anniversario della nascita di Padre Pio. A Benevento mons. Comastri ha letteralmente conquistato la qualificata e numerosa folla intervenuta parlando dellEucaristia come dono ancora incompreso ed in gran parte ostacolato da un muro di difesa che noi continuamente alziamo per non essere toccati dalla sua forza trasformante. Ha raccontato, con linguaggio limpido, semplice, profondo e appassionato la testimonianza di madre Teresa di Calcutta e del cardinale vietnamita Francesco Saverio Nguyen van Thuan, per tredici anni in carcere a motivo della fede. Ha affermato che lEucaristia prima di tutto un dono immeritato e immeritabile. Per poter comprendere il mistero dellEucaristia, dono offerto da Ges solo per amore, occorre il cuore mariano, il cuore di Maria la cui fede gigante, mentre la nostra fede nana. Maria la credente. Noi siamo tutti i poco credenti. Per questo motivo lEucaristia fa fatica a trasformarci. Ha ripetuto con forza: linvito profetico del monaco benedettino Thomas Merton: Vi prego, vi scongiuro, smettetela di difendervi dallEucaristia. E troppo tempo che fate resistenza allEucaristia, e, le espressioni vibranti dellavvocato africano Tertulliano, del III sec. d.C., rivolte ai non credenti del suo tempo: Voi non volete ammettere, non lo volete dire a voce alta, ma quando vi avvicinate a noi cristiani siete costretti a dire: guarda come si amano, mentre voi vi odiate ed andate a divertirvi nei circhi dove il divertimento vedere le belve che sbranano degli uomini. Oggi stiamo ritrovando lo stesso clima dei primi secoli del cristianesimo. La secolarizzazione ha invaso il mondo. La scristianizzazione ha intristito lEuropa. Come cristiani dobbiamo ritornare a evangelizzare con la nostra vita, presentandoci in questo mondo come una societ alternativa: come una comunit che vive una vita diversa: quelli divorziano, noi no! Quelli abortiscono, noi no! Quelli ammazzano gli anziani con leutanasia, noi no! Quelli si drogano, noi no! Quelli si odiano, noi no! Quelli votano s ai referendum che mettono le mani sul dono intangibile della vita, noi disertiamo le urne perch la vita non pu essere messa ai voti! A Pietrelcina, durante lomaggio floreale al monumento di Padre Pio, mons. Comastri ha ricordato con commozione di essere gi venuto con la sua mamma nella citt natale dello stimmatizzato, mentre il sindaco Masone ha manifestato al prelato il desiderio di riavere in paese Benedetto XVI che il 1 giugno 2002, durante il primo congresso eucaristico beneventano, da cardinale visit privatamente la cittadina. Al termine della Concelebrazione eucaristica, svoltasi nel campo sportivo, il padre guardiano dei cappuccini, Livio Dimatteo, ha chiesto nuovamente a mons. Comastri di spingere il Papa a ritornare tra noi. Infine, lo stesso padre Aldo Broccato, ministro provinciale dei confratelli di Padre Pio, ha supplicato il vicario di Sua Santit a favorirne il ritorno in terra sannita. Mons. Angelo Comastri nellomelia ha ricordato il valore insostituibile dell famiglia nella formazione delle nuove generazioni, ha avuto parole di grande stima per la fede e lonest dei genitori di Padre Pio ed espressioni di apprezzamento per la storia gloriosa della terra sannita, resa ancora pi grande e nota nel mondo per aver dato i natali ad un santo che si conquistato una clientela mondiale. Al termine della manifestazione, per rispondere alla triplice richiesta del sindaco, del guardiano e del provinciale, ha assicurato che il 31 di maggio, avendo invitato il Pontefice nei giardini vaticani per la chiusura del mese mariano, racconter pubblicamente della sua venuta a Benevento e Pietrelcina, invitando umilmente Benedetto XVI a farvi ritorno per esaudire lardente desiderio dei tantissimi devoti dello stimmatizzato sannita.

PASQUALE MARIA MAINOLFI