A Foglianise in occasione del 4 novembre Società

In un clima di profondo raccoglimento, si celebrata in Foglianise, il 06-11-205, la Giornata delle Forze Armate e la Commemorazione dei caduti del primo e secondo conflitto mondiale, eroi dal fascino senza tempo, deceduti sui campi di battaglia per difendere i confini dellitalico suolo dagli attacchi implacabili dei nemici. LAssociazione Combattenti, Reduci e Simpatizzanti, della Sezione Cosimo Palumbo, presieduta dallottimo Tommaso Molinaro, ha promosso la manifestazione di concerto con lAmministrazione Comunale, in modo impeccabile. Nella chiesa del SS. Corpo di Cristo, comunemente detta di S. Anna, la celebrazione eucaristica stata presieduta dal parroco Don Nicola Filippo Della Pietra, animata dai canti della Schola Cantorum di Foglianise, diretta dal M. Ugo Pedicini. Al termine del rito religioso, Gabriele Pastore, il presentatore della manifestazione, ha letto il messaggio del Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi. Un corteo, snodatosi da piazza Cosimo Palombo, ha raggiunto il Parco della Rimembranza. Hanno partecipato lAssociazione Nazionale Carabinieri, sezione di Foglianise, intitolata al vice-brigadiere Salvo DAcquisto, e leminente sodalizio dei Marinai dItalia, Carlo Mastrocinque. Tra le autorit presenti, lAssessore della Provincia di Benevento, ling. Pompilio Forgione. Il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, on. Sandra Lonardo Mastella, ha deposto al monumento dei caduti una corona di alloro. Gli alunni della Scuola Primaria e del Liceo Scientifico hanno recitato delle poesie, invitando a riflettere sul fatto che, nonostante il trascorrere del tempo abbia lasciato nel secolo breve, il 900, traumi incancellabili e stermini senza fine, il senso reale dellesistenza deve costituire un monito, per edificare una societ pi umana. Il discorso celebrativo, tenuto dallon. Lonardo, ha bandito la guerra come soluzione finale per risolvere le contrapposizioni tra i popoli, memori delle sanguinosi battaglie, nelle quali hanno trovato la morte numerosi giovani. Il poeta Giuseppe Catillo, ex combattente sul fronte occidentale, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, ha declamato un componimento poetico dal titolo: A Salvo DAcquisto, Vittima per Amore. Il coro dellIstituto Comprensivo, diretto dal M. Prof. Michelangelo Pedicini, si esibito magistralmente con inni patriottici, rendendo struggente il ricordo dei militari, alle soglie del terzo millennio.

Nicola Mastrocinque