Ti sono quasimente scritto questa lettera Società

Carissimo cainate,

ti devo fare una cunfe siona. Io non capisco chiu ala Merica emmi pare cuma si si cacasse sotto. Quanno la Merica venne ala mia cara Italia ci fece cacare le torze e furono lacrime desiderio essangue. I Mericani furono cazzi di abbattere i Tedeschi eccif la bataglia di Monde Casino ca per i Tedeschi ai Mericani ci fecero nuculo tanto.

Ma il destino si era deciso ca la mia cara Italia si doveva scocchiare dala Germania. E annui non ci andiede male pecch la Merica dicette accuss. Vui votati la Dimograzia Cristiana e io vi dongo da mangiare. E cos il popolo Taliano ca nunn mai stato strunzo capette la sunata e nun solo vutava ma lo ieva puro dicenno e diceva sembre Viva la Dimograzia Cristiana.

La Merica aizava la voce puro ala Russia la quale songo gente terribbula ca si magnavano puro i criaturi tanto cianno la faccia feroce.

Ma la Merica chettif si accatta poco ala vota puro la Russia emm ci abiamo truvato senza la Russia ca perlo meno ci faceva commito pe sfotere i cumunisti ca ci dicevi Adda ven Baffone e issi si sentevano di fotere perchene lu sapevano ca Baffone nubbeneva.

Mo ca la Russia stace in brute aque e la Merica putesse zeffonnare il mondo indero io dicesse al prisidento Buscio Acch aspietti. E immece mi pare ca purisso mi pare nucazzo arraugliato afronna. Ma come vai affare la uerra ala Facanist ca nun ciabbita nisciuno ettu ietti le bombe acca saccio.

Amm poco mene fote dele bombe mericane ma mi preoccupo dele bombe ca fano sprecare al sordato Taliano ca ce ne abiamo di bisogno di sparambiare le bombe ca poteno serve per un altra uerra montiale. Appro posito da quanti ani nun si face chi una bela uerra montiale.

Io penzo ca una uerra ci vulesse si nonaltro per chesti smidollati di giuveni ca si fanno le seche cola troga inta la capa e pe issi una bela uerra montiale co vere pallottole di canone inta leppacche rasse ci facesse sulo bene.

E sulo la Merica cazza di facere una bella uera montiale. Tu dici ca Buscio tene paura dela mia cara Italia. In che senzo ca si ci metiamo nui a leato dela Merica cazzo ca la Merica perde la uerra?

Si il prisidento Buscio riuscito a penzare chesto al mio penziere proprio estrunzo nunn.

Col quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tuti di famiglia che spero sembre in salute.

LEMIGRANTE