VIGILI URBANI O FOTOGRAFI? Società

In Italia potete incontrare sulle strade la Polizia Stradale, i Carabinieri, la Polizia Provinciale e i Vigili Urbani. Non conosco bene la situazione del Nord, dove potrebbero comparire le Guardie Padane. Da noi potete incontrare la Guardia di Finanza e la Polizia Penitenziaria, ma non si interessano di codice della strada. Ci sono poi, durante le feste e anche durante gare sportive, altre divise in azione metti, per dire, i volontari della Protezione Civile e quelli dellUNITALSI che danno limpressione di voler facilitare la vita della gente. I primi quattro soggetti, invece, vengono percepiti come quelli che escono la mattina con lintenzione di beccarne qualcuno (uno nessuno o centomila, a seconda dellumore). Il popolo, si sa, diffidente. Lautomobilista, pi che diffidente, scientificamente consapevole che non ci vuole molto a farsi trovare in difetto. Chi mai ha letto il codice della strada? Da quanti mesi non controllo le gomme? Il triangolo dove sta? Ed marchiato CE? Ho mai controllato se funzionano le luci? E il libretto di circolazione dove sta? Ma esiste ancora il libretto di circolazione? E dove ho messo la ricevuta del bollo, che adesso non si mette pi sul parabrezza, che era una comodit? Insomma i pensieri vengono e uno si trova a passare davanti a una pattuglia con lo sguardo compunto, accenna pure a un mezzo inchino, c chi alza la mano a palmo aperto per dire sono dei vostri, e poi con la coda dellocchio tutti a verificare che quelli non abbiano preso in mano una penna per scrivere chiss che cosa. Naturalmente, a causa del progresso, tu automobilista sei scrutato anche dal cielo. Ci sono elicotteri che fanno girare le pale e, devo dire, questo giramento di pale sulla testa pu disturbare la serenit della guida. Credo che se tutte queste forze dellordine si mettessero bene in vista sulle strade, gli automobilisti farebbero dei continui, sia pur rapidi, esami di coscienza e, frettolosamente, allaccerebbero la cintura, darebbero una guardata al cruscotto (a proposito, dove sta il giubbettino giallo da indossare da seduti prima di scendere dalla vettura?), come minimo rallenterebbero. Insomma la presenza sulle strade del poliziotto per amico e del carabiniere per compagno aiuterebbe tutta la popolazione motorizzata a stare quieta. Ci sono, per, tutori dellordine che si sono messi in testa che col popolo italiano non c nulla da fare. I pi convinti fautori di questa tesi estrema pare siano le Polizie Provinciali e i Vigili Urbani. Almeno da noi la Polizia Provinciale, per via di quelle orrende divise, viene scambiata per la Forestale. Cos uno, alla fermata, pensa di poter scambiare qualche opinione sulle beccacce e sul fringuello. Quelli, invece, cacciano il taccuino e scrivono. E sono soldi che si devono pagare. I vigili urbani, da bravi dipendenti comunali, si prodigano a fare entrare ossigeno nelle casse dei comuni. Voi sapete che oltre certi limiti non si pu andare con le tasse, ch poi ci sono le elezioni. I sindaci pi perspicaci che cosa hanno escogitato? Facciamo pagare a chi si trova a passare. Hanno saputo che non si possono mettere le dogane, anche perch sarebbe complicato controllare la merce. Gli venuta in mente lidea di una foto ricordo. Pure quando si va in gita allestero, ti bloccano allingresso del locale caratteristico e ti fanno la foto: che fai, rifiuti il ricordino? Paghi e porti a casa. Per manco per fermare, discutere se la foto non venuta bene, incassare danaro contante: sono tutte scocciature. Cos, con un tacito accordo, i Comuni pi intraprendenti hanno deciso di fare le foto alle macchine che passano, attenti a far venire bene la targa, e di mandarle a casa. Solo che il prezzo, il pi delle volte, molto salato. Le macchinette fotografiche hanno, infatti, incorporato un marchingegno che segna la velocit. Anzich dare un premio a chi va pi veloce e si toglie dai piedi, loro hanno pensato che chi corre avr pure i soldi per la benzina e se corre vuol dire che ci ha la macchina adatta. Ergo, la velocit un indice di ricchezza. Si pu imporre una tassa. La gente, per, oggi sa leggere. Quindi se tu sulla Benevento-Caianello metti il limite di 80 allora e il cartello ti compare come una ossessione probabile che tu ti stai attento. Che hanno fatto per beccarti, comunque? Ogni tanto compare un cartello da 60, e questo nei pressi degli svincoli. Sullo svincolo si mette il vigile fotografo e a te che vai a 80-90 ti arriva la foto con la vergognosa ingiunzione di pagare per aver oltrepassato di del 40 e 50 per cento il limite massimo consentito. Tu sei un criminale e non lo sapevi. Che i proprietari delle strade e superstrade, anzich tenere in ordine lasfalto, le strisce e le cunette, mettano i limiti di velocit (cos in caso di incidente la colpa solo di chi corre) ci pu stare. Ma se i vigili urbani ne approfittano non sta bene. Ma, a proposito, sulle strade statali o regionali ci possono stare i vigili urbani? E se stanno sulle statali, nei centri abitati chi fa servizio? In una nazione dove il Parlamento ha stabilito con legge che, se guido senza casco, una entit astratta mi confisca la moto (cio mi toglie per sempre lequivalente di milioni di euro: ci che non accade se passo col rosso o sorpasso in quarta fila oltre la doppia striscia), pu succedere che con la divisa addosso rinasca quella antica pratica di buontemponi che aspettavano alla fine delle salite i carretti per scaricare qualche sacco di farina. La differenza c, eccome se c. Il sacco di farina se lo fregava il brigante, i vigili i soldi li fanno arrivare al Comune. La sensazione sgradevole di molti automobilisti quella di sentirsi, comunque, derubati. O, quantomeno, maltrattati. Che cosa si pu fare? Suggerirei di approfondire la questione e vedere se non si possano denunciare sindaci e vigili per esercizio abusivo della professione. Di fotografo, sintende.

MARIO PEDICINI
dal n.14-16/30 settembre 2005