Calcio Serie B: Benevento - Cittadella atto quinto, ma questa volta è sfida per la finale Sport

Questa sera, con inizio alle 21.00, sarà la quinta volta che il Benevento ed il Cittadella si affronteranno in questo torneo di Serie B, ma certamente è l’appuntamento più importante perché gli undici di Bucchi e Venturato avranno in palio il passaggio alla finale dei play off dove affronteranno il Pescara oppure l’Hellas Verona, che hanno pareggiato per 0-0 nella gara di andata svoltasi nella città di Giulietta. Soltanto domenica sera, dopo Pescara - H. Verona, si conoscerà il nome dell’avversario.

Nelle quattro gare fino ad ora disputate il Benevento l’ha sempre spuntata con il minimo scarto (1-0 nelle due gare di campionato, 1-0 in Coppa Italia, 2-1 nella semifinale di andata dei play off al “Tombolato”), ma ciò non deve trarre in inganno perché l’approdo alla finale le due squadre dovranno sudarselo ancora, e nulla è scontato.

Del resto nella tradizionale conferenza pre-gara Bucchi è stato chiarissimo nel dire: “L’andata non esiste, e noi vogliamo la vittoria”, mentre Venturato ha cercato in tutti i modi di caricare la squadra, anche in cuor suo ha capito che occorre un miracolo per ribaltare il risultato della gara di andata. Quindi, niente è scontato anche perché le gare di play off sono tutte particolari e rappresentano una vera e propria lotteria.

Quando il direttore di gara di Macerata Juan Luca Sacchi questa sera fischierà l’inizio di gara le due squadre partiranno quasi da zero, anche se i giallorossi avranno al proprio fianco gli oltre 10.000 tifosi che rappresenteranno certamente il dodicesimo giocatore in campo. Il tam tam della Curva Sud è stato accolto in massa dai tifosi ed il sold out sembra garantito per spingere con forza Maggio e compagni verso quella finale che mette in palio il terzo posto per la promozione in A, dopo Brescia e Lecce. Da Cittadella, invece, sono previsti un centinaio di tifosi.

Sarà quasi un Benevento al gran completo quello che Bucchi schiererà questa sera, con l’assenza del solo Armenteros, fermato dal giudice sportivo per una sola giornata dopo la “pazzia” della gara di andata. Stessa sorte per Proia del Cittadella.

Quasi certamente l’allenatore sannita cambierà una sola pedina rispetto alla gara della semifinale di andata. Praticamente al posto di Armenteros dal primo minuto dovrebbe scendere in campo Roberto Insigne, quale seconda punta al fianco di Coda. Anche se il tecnico ha dichiarato che ci sono anche Buonaiuto ed Improta che potrebbero scendere in campo dal primo minuto. Ma si va verso la coppia Coda - Insigne in attacco, con Ricci alle spalle, anche perché Insigne quando è entrato in campo a Cittadella ha praticamente cambiato la gara, non solo mettendo a segno, su rapina, la rete del pareggio ma anche mettendo sulla testa di Coda il pallone che ha permesso ai giallorossi di portarsi in vantaggio.

Per il resto non dovrebbe cambiare nulla, con Montipò a guardia della rete, la coppia di centrali difensivi formata da Volta e Caldirola, Maggio e Letizia sulle fasce a completare la difesa a quattro, poi centrocampo formato da Viola, Bandinelli e Tello, ed infine Ricci alle spalle del duo Insigne - Coda. Quindi Bucchi dovrebbe puntare sul sicuro, anche se in panchina avrà gente come Crisetig, Antei, Gyamfi, Di Chiara, Costa, Improta, Buonaiuto, Tuia, Vokic, pronti ad entrare per ogni necessità e se occorre dare una svolta alla gara.

Da parte sua Venturato ha sempre il rebus Ghirindelli in difesa e sulla trequarti si rinnova il ballottaggio tra Schenetti e Panico.

Questa sera al “Vigorito” fischierà Juan Luca Sacchi di Macerata, impiegato 34enne, alla sua quinta stagione in Serie B, dove ha diretto 86 gare con 40 successi delle squadre di casa, 28 pari e 18 successi esterni, 20 rigori concessi e 18 espulsioni. Per lui anche 5 esperienze in Serie A, con 2 successi delle squadre di casa, 2 pareggi ed 1 vittoria esterna, 1 rigore concesso ed 1 espulso. In totale 145 le gare dirette in carriera con 68 vittorie interne, 49 pareggi e 28 blitz esterni, 31 rigori concessi e 33 espulsi.

Sono sei i precedenti con il Benevento con 2 vittorie (Benevento - Viareggio 2-0, Benevento - Pisa 1-0), 3 pareggi (Frosinone - Benevento 0-0, Benevento - Lecce 1-1, ed ancora Benevento - Lcce 3-3 in questa stagione) ed una sola sconfitta (Crotone - Benevento 1-0 sempre in questo torneo). Ben 11, invece, i precedenti con il Cittadella, con 3 vittorie, 5 pareggi ed 1 sconfitta.

Assistenti di linea saranno Oreste Muto di Torre Annunziata e Michele Lombardi di Brescia, IV uomo Valerio Marini di Roma al VAR Marco Serra di Torino ed Ivano Pezzuto di Lecce.

GINO PESCITELLI