Calcio Serie B, il Benevento a Crotone vuole conquistare il terzo posto Sport

Assolutamente è vietato riposare nel torneo cadetto. Soltanto domenica sera, con il posticipo Lecce - Brescia vinto dai pugliesi per 1-0 con la conquista del primato in classifica, si è conclusa 35esima giornata, ed oggi è nuovamente campionato, senza rispettare la festività del 1° maggio, che dovrebbe essere la festa dei lavoratori.

E sarà un 1° maggio davvero difficile per il Benevento, impegnato allo “Scida” di Crotone, un terreno di gioco in passato non sempre favorevole alla “Strega”. Una sfida infinita tra rossoblu e giallorossi, con tante gioie e dolori. Basta andare con la mente alle sfide play off del 1998, del 2004 e del 2009, per capire che lo “Scida” è stato quasi sempre amaro per i giallorossi, con risultati in dubbio fino alla fine e sfide particolari soprattutto sugli spalti. Insomma, le due tifoserie assolutamente… non si amano!

A ciò dobbiamo aggiungere che il Crotone di Stroppa dopo un periodo difficile proprio nell’ultima giornata con la vittoria per 4-1 a Venezia ha fatto un grande passo avanti per evitare i play out, e questo pomeriggio contro il Benevento scenderà in campo per blindare forse in modo definitivo la salvezza.

L’undici di Bucchi, però, assolutamente non vuole fermarsi e dopo aver messo quasi al sicuro il quarto posto ora punta decisamente alla terza poltrona, con il Palermo avanti ai giallorossi di soltanto due punti. A tal proposito una cosa importante si è verificata nelle ultime ore. Per i siciliani è giunto un pericoloso deferimento, ed ora il rischio di penalizzazione si è fatto molto serio. Insomma, la situazione di classifica potrebbe anche cambiare in favore della “Strega”. C’è solo da augurarsi che questa volta la giustizia sportiva decida con celerità, evitando quello che si è verificato nella scorsa stagione, quando i calendari si sono conosciuti con grande ritardo.

Diciamo questo perché la Lega ha già comunicato le date di play off e play out, dove, oramai è ufficiale, ci sarà anche il VAR. Ecco le date dei play off: turni preliminari venerdì 17 maggio ore 21.00 sesta classificata contro settima, e sabato 18 maggio ore 21.00 quinta classificata contro ottava. Semifinali di andata, martedì 31 maggio alle 21.00 sesta/settima contro terza classificata e mercoledì 22 maggio ore 21.00 5/8 contro quarta classificata. Le semifinali di ritorno in programma, invece, sabato 25 maggio e domenica 26 maggio sempre alle 21.00. Poi le finali: quella di andata giovedì 30 maggio in casa della peggior classificata, e quella di ritorno domenica 2 giugno in casa della miglior classificata.

A questo punto è inutile parlare delle finali play out alle quali il Benevento fortunatamente non è interessato.

Quale Benevento mister Bucchi presenterà questo pomeriggio, fischio d’inizio alle 15.00, allo “Scida”. Certamente non sarà quello che ha superato il Cosenza. Oltre a Del Pinto, anche Tuia rischia lo stop, mentre sono possibili i recuperi di Antei e soprattutto Maggio. Naturalmente il modulo sarà ancora il 4-3-1-2, ma i dubbi sull’undici iniziale resteranno fino all’inizio della gara. In porta naturalmente Montipò, mentre i due centrali dovrebbero essere Caldirola ed Antei, con Maggio e Letizia (o Improta) sulle fasce. A centrocampo oltre a Viola e Bandinelli la maglia di Del Pinto dovrebbe andare andare a Tello. Per quanto riguarda il ruolo di trequartista alle spalle della coppia Coda - Armenteros la maglia se la contendono Insigne e Ricci.

Insomma, non dovrebbe essere un Benevento tanto diverso da quello che tanto bene si è comportato nelle ultime giornate. L’importante è scendere in campo con la giusta concentrazione, in un ambiente che certamente sarà difficile. Ai giallorossi il compito di credere nella conquista nel terzo posto, anche per i guai del Palermo. Ma occorre una gara quasi perfetta su un campo difficile.

Per dirigere la non facile gara è stato scelto un arbitro di esperienza, Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata, che si avvarrà della collaborazione degli assistenti Niccolò Pagliardini di Arezzo e Filippo Bercigli di Valdarno, IV uomo Nicolò Marini di Trieste. Il direttore di gara di Macerata è un quinto anno in Serie B, dove ha diretto 84 gare con 39 successi delle squadre di casa, 27 pareggi e e 18 successi esterni, 19 rigori concessi e 16 espulsi. Per lui anche 5 gare in Serie A con 2 successi delle compagini di casa, altrettanti pareggi, un solo blitz esterno, 1 rigore concesso ed 1 espulso. In totale 143 incontri diretti con 67 successi interni, 48 pareggi, 28 vittorie esterne, 31 rigori concessi e 32 espulsi.

Sono cinque i precedenti con il Benevento con due vittorie (Benevento - Viareggio 2-0 e Benevento - Pisa 1-0) e tre pareggi (Frosinone - Benevento 0-0, Benevento - Lecce 1-1 e Benevento - Lecce 3-3) in questa stagione lo scorso 29 agosto. Sono sette, invece, i precedenti con il Crotone con una sola vittoria, due pareggi e ben quattro sconfitte (l’ultima con l’Hellas Verona in questa stagione).

Queste le gare della 36esima giornata, che si svolgerà tutta il 1° maggio:

Palermo- Spezia ore 12.30 (Rapuano - Pagnotta - Margani - Dionisi)

Carpi - Cremonese ore 15.00 (Volpi - Borzomì - Mokhtar - Piscopo)

Cosenza - Venezia ore 15.00 (Minelli - Raspollini - Scatragli - Guccini)

Crotone - Benevento ore 15.00 (Sacchi - Pagliardini - Bercigli - Marini)

Foggia - Salernitana ore 15.00 (Ros - Formato - Rossi - Abbattista)

H. Verona - Livorno ore 15.00 (Aureliano - Di Gioia - Chiocchi - Pillitteri)

Padova - Lecce ore 15.00 (Illuzzi - Dei Giudici - Sechi - Giuia)

Perugia - Cittadella ore 15.00 (Ghersini - Scarpa - Luciano - Di Martino)

Brescia - Ascoli ore 18.00 (Baroni - Rossi - Robilotta - Pezzuto)

Riposa Pescara

Si parte con questa classifica:

Brescia 63

Lecce 63

Palermo 58

Benevento 56

Pescara 51

H. Verona 49

Spezia 47

Cittadella 46

Perugia 46

Cremonese 45

Ascoli 43

Cosenza 42

Salernitana 38

Crotone 37

Venezia 33

Livorno 32

Foggia 31 (-6)

Carpi 29

Padova 26

GINO PESCITELLI