Calcio Serie B: il Benevento vuole blindare almeno il quarto posto nella gara contro il Padova Sport

Sfumata con la sconfitta di Crotone la speranza di una A diretta, anche se onestamente il tutto era molto difficile, a questo punto per il Benevento non resta altro da fare che blindare almeno il quarto posto, certamente favorevole in vista dei play off.

Questo anche se c’è la speranzella di poter approfittare dei guai della giustizia ordinaria ma soprattutto sportiva del Livorno, che, intanto, nell’ultima giornata si è portato ad un solo punto da Lecce, secondo in classifica, approfittando del turno di sosta del Lecce ma soprattutto della vittoria ad Ascoli.

Ed a proposito della situazione dei rosanero siciliani c’è ancora una grande novità: nove club, cioè Benevento, Carpi, Cremonese, Lecce, Padova, Perugia, Pescara, Venezia ed Hellas Verona, e la lista potrebbe anche allungarsi, hanno presentato un esposto alla Procura CONI, alla FIGC, ed alla Procura Federale chiedendo un giudizio immediato ed urgente sul deferimento del Palermo per irregolarità di gestione. Questo “per salvaguardare la regolarità dei campionati e fornire un ristoro a squadre pregiudicate dall’illegittima partecipazione del Palermo ai tre campionati a cui si è iscritto fraudolentemente”. A questo punto l’unica speranza è che la giustizia sportiva decida presto, evitando i guai che si sono verificati all’inizio della scorsa stagione. Insomma, nonostante la vittoria di Ascoli la situazione del Palermo è sempre sub judice.

Il Benevento, però, a ciò non deve proprio pensare perché a questo punto l’unica cosa da fare è battere domenica 5 maggio il Padova (il fischio d’inizio è fissato per le 15.00) e pensare poi a preparare la prima gara play off che dovrà giocarsi il 21 o il 22 maggio.

E certamente domani pomeriggio non sarà una passeggiata contro il Padova di Centurioni, ed assolutamente non bisogna guardare l’attuale classifica che vede i “bianchi” all’ultimo posto, insieme al Carpi, e le speranze di salvezza tramite i play out sono ridotte al lumicino, anzi ad un sottilissimo filo, che potrebbe spezzarsi proprio al “Vigorito”. Comunque i patavini nelle ultime giornate hanno un po’ rialzato la testa prima pareggiando a Palermo (dove hanno anche sbagliato un calcio di rigore) e poi addirittura hanno battuto il Lecce nel turno infrasettimanale del 1° maggio.

Proprio questo deve spingere i giallorossi a non pensare che la gara di domenica sia una passeggiata contro una squadra “Cenerentola” del torneo, anzi il passo falso di Crotone deve spingere a riordinare le idee perché da ora in poi non si potrà più sbagliare. Insomma deve ritornare la… fame di play off dopo il brutto stop subito allo “Scida” di Crotone, con grande colpa proprio dell’undici di Bucchi. Insomma, bisogna voltare pagina e pensare soltanto alla seconda fase, anche perché l’ultima giornata, quella di sabato prossimo a Brescia sarà quasi una passeggiata, contro la squadra che meritatamente già da qualche settimana ha riconquistato la Serie A dopo un bel po’ di anni.

Per la gara del 5 maggio mister Bucchi ha convocato l’intera “rosa” ma già si sa che Maggio, Tuia, Costa, Ricci, Del Pinto, Volpicelli ed Asencio non potranno essere utilizzati. Ci sono poi i tantissimi diffidati (Coda, Caldiroli, Ricci, Del Pinto Maggio, Di Chiara, Crisetig) che dovranno fare molta attenzione: il regolamento dice che al termine della stagione tutte le diffide verranno annullate, ma in caso di nuova ammonizione l’eventuale squalifica verrà scontata nella prima gara play off. Ed a tal proposito Bucchi ha già detto che contro il Padova schiererà la migliore formazione (quindi certamente ci dovrebbero essere Coda e Crisetig), e soltanto per la gara contro il Brescia penserà a tenere fuori giocatori in diffida.

A causa delle certe assenze la formazione dovrebbe essere praticamente fatta. Nel consueto 4-3-1-2 i due centrali dovrebbero essere Caldirola e Volta, mentre sulle fasce dovrebbero essere confermati Gyamfi e Letizia, a meno che Bucchi non deciderà di rivedere nel suolo di esterno sinistro Improta. Poi a centrocampo ci dovrebbero essere Viola, Bandinelli e Tello, anche se Bucchi ha parlato della possibilità di schierare Vokic dal primo minuto. Infine, alla spalle delle punte Coda ed Armenteros (che però non è in buone condizioni fisiche) la maglia se la giocano Insigne e Buonaiuto.

Per dirigere Benevento - Padova è stato designato un arbitro giovane, il primo anno di Lorenzo Maggioni di Lecco, impiegato 35enne, che si avvarrà della collaborazione degli assistenti di linea Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Giovanni Buccini di Conegliano, IV uomo Giampiero Miele di Nola. Fino ad ora Maggioni ha diretto appena 12 gare in Serie B con sette vittorie delle squadre di casa, due pareggi e tre blitz esterni, sei rigori concessi e due espulsi. Per lui anche una direzione in A con una vittoria interna ed un rigore concesso. In totale 77 le gare dirette in carriera con 35 successi delle squadre di casa, 25 pareggi, 17 successi delle squadre in trasferta, 28 rigori concessi e 20 espulsi. Come si vede un arbitro che ha il rigore ed il “rosso” facile. Nessun precedente con il Benevento, anche se è stato IV uomo lo scorso gennaio nella gara di Coppa Italia Inter - Benevento valevole per gli ottavi della competizione. Un solo precedente con il Padova, con un pareggio nel 2016 nella gara contro il Cuneo. Insomma, quasi una novità sia per il Benevento che per i Padova .

Ecco il programma di questa 37esima giornata, penultima del torneo regolare:

Ascoli - Palermo 1-2

Cremonese - Brescia 0-0

Spezia - Crotone 2-0

Venezia - Pescara 2-0

Cittadella - Hellas Verona 3-0

Benevento - Padova domenica 5 ore 15.00(Maggioni - Vecchi - Baccini - Miele)

Livorno - Carpi domenica 5 ore 15.00 (Abbattista - Cangiano - Cipressa - Piscopo)

Salernitana - Cosenza domenica 5 ore 21.00 (Guccini - Macaddino - Marchi - Marini)

Foggia - Perugia lunedì 6 ore 21.00 (Di Paolo - Muto - Rossi - Di Martino)

Riposa Lecce

Dopo le gare disputate sabato si riparte con questa classifica:

Brescia 67

Lecce 63

Palermo 62

Benevento 56

Pescara 52

Spezia 51

Cittadella 50

Hellas Verona 49

Cremonese 49

Perugia 47

Cosenza 43

Ascoli 43

Crotone 40

Salernitana 38

Livorno 35

Venezia 35

Foggia 34 (-6)

Carpi 29

Padova 29

GINO PESCITELLI