Calcio Serie B, per il Benevento un solo obbligo: battere il Cosenza! Sport

Dopo l’importantissima vittoria di lunedì scorso al “Bentegodi” di Verona, l’obiettivo per il Benevento è uno solo: vietato fermarsi, ed a qualunque costo battere il Cosenza nell’anticipo della 35esima giornata, con fischio d’inizio alle 21.00.

Del resto a questo punto i giallorossi non possono guardare in faccia a nessuno, anche perché a quattro giornate dal termine del torneo tutto è ancora possibile, sia la promozione diretta (abbastanza complicata) che la griglia migliore per i play off.

Ed a tal proposito proprio la 35esima giornata che inizia con l’anticipo Benevento - Cosenza potrebbe anche cambiare i connotati attuali della classifica con tre sfide fondamentali: Pescara - Verona, Spezia - Perugia, ma soprattutto un Lecce - Brescia che promette veramente scintille tra le attuali prime due della classe. Ed il Benevento va quasi in avanscoperta nell’anticipo del venerdì, anche se avrà di fronte un Cosenza ringalluzzito da qualche recente risultato e che, se diamo uno sguardo alla classifica, potrebbe anche essere ancora in corsa per la partecipazione ai play off. Cosa, però, molto difficile ma non impossibile. Anche per questo i calabresi di Braglia scenderanno al “Vigorito” per rendere difficile il compito ai giallorossi. Ma la serie cadetta è fatta così: non è mai finita, neanche quando pensi sia finita…

A tutto ciò dobbiamo aggiungere il momento particolare che attraversa il Palermo, attuale terzo incomodo non solo della coppia di testa (Brescia e Lecce), ma soprattutto del Benevento, che dopo la vittoria di Verona ha posto nuovamente nel mirino i siciliani. La vittoria-beffa del “Vigorito” è stata subito cancellata, ed infatti il Palermo al ritorno in campo ha pareggiato in casa con il fanalino di coda Padova, dopo che gli ospiti hanno anche sbagliato anche un calcio di rigore. E ciò ha portato il Palermo alla vera e propria crisi tecnica con l’allontanamento dell’allenatore Stellone e l’arrivo di Delio Rossi sulla panchina. Insomma un Palermo con i nervi a fior di pelle che in questo turno certamente non passeggerà a Livorno.

Insomma sono tanti i motivi che spingono a dire che stavolta per il Benevento la conquista dei tre punti diventa fondamentale, anche dovrà affrontare una squadra, come il Cosenza di Braglia, da prendere veramente con le molle.

Cosa questa che è stata bene sottolineata da Bucchi nella conferenza stampa pre-gara, nel corso della quale ha tenuto a sottolineare che non ci può fermare proprio ora che tutto sta girando per il meglio e la squadra è in piena salute.

Per quanto riguarda la formazione è quasi certo che l’allenatore punterà inizialmente sugli undici che hanno affrontato Palermo ed Hellas Verona, anche se ci sono tanti giocatori che in questo momento scalpitano e che assolutamente non meritano di restare in panchina.

Così pochi sono i dubbi sul 4-3-1-2 iniziale, anche se fino all’ultimo il tecnico intende ragionare su qualche uomo. E’ il caso della fascia sinistra difensiva dove la maglia se la contendono Improta e Letizia, che sono alternati per un tempo ciascuno a Verona, ed a centrocampo con la riconferma certa di Viola, mentre per le altre due maglie c’è la scelta tra Del Pinto, Bandinelli, Tello e Buonaiuto. Certamente alle spalle degli attaccanti Coda ed Armenteros ci sarà Ricci, mentre anche questa volta Insigne dovrebbe partire dalla panchina, anche perché Armenteros è diventato fondamentale per Coda, come si è visto contro l’Hellas Verona.

Per quanto riguarda il Cosenza l’unico assente dovrebbe essere lo squalificato difensore centrale Legittimo, perno importante della squadra di Braglia. Per il resto l’allenatore conferma uomini e modulo.

Sono tantissimi i precedenti tra le due squadre, ben 40 tra andata e ritorno. Nelle 20 gare in casa (la prima nel torneo 1934/1935) il Benevento ha ottenuto 10 vittorie, 7 sono stati pareggi e soltanto 3 le sconfitte: nelle 20 gare in trasferta il Cosenza ha vinto 14 volte, 4 sono stati pareggi e 2 i blitz dei giallorossi. L’ultimo Benevento - Cosenza (campionato 2015/2016 in Lega Pro) finì sullo 0-0, stesso risultato ad occhiali nel girone di andata lo scorso 16 dicembre.

La gara di questa sera sarà diretta da Antonio Di Martino della sezione di Teramo, che si avvarrà della collaborazione degli assistenti Soricaro e Cangiano, IV uomo Guccini. Il “fischietto” di Teramo è un terzo anno in Serie B, dove ha diretto 44 gare con 21 successi delle squadre di casa, 18 pareggi e soltanto 5 blitz esterni, 6 rigori concessi e 10 espulsi. Sono 6 i precedenti con il Benevento con 4 successi (Savoia - Benevento 2-3, Benevento - Foggia 1-0, Monopoli - Benevento 2-3, Benevento - Catania 1-0) e 2 sconfitte (Cittadella - Benevento 1-0 e Spezia - Benevento 3-1 in questa stagione).

Ecco le gara di questa 35esima giornata:

Benevento - Cosenza venerdì 26 ore 21.00 (Di Martino - Soricaro - Cangiano - Guccini)

Livorno - Palermo sabato 27 ore 15.00 (Di Paolo - Lombardi - Marchi - Volpi)

Pescara - Verona sabato 27 ore 15.00 (Abbattista - Muto - Fiore - De Santis)

Salernitana - Carpi sabato 27 ore 15.00 (Pillitteri - Grossi - Lombardi - Marinelli)

Venezia - Crotone sabato 27 ore 15.00 (Giuia - Imperiale - Schirru - Sozza)

Spezia - Perugia sabato 27 ore 15.00 (Marini - Martino - Affatato - Zingarelli)

Cittadella - Ascoli domenica 28 ore 15.00 (Maggioni - Rossi - Vecchi - Minelli)

Cremonese - Foggia domenica 28 ore 15.00 (Dionisi - Cipressa - Capone - Amabile)

Lecce - Brescia domenica 28 ore 21.00 (Piccinini - Massimi - Bresmes - Colarossi)

Riposa Padova

Si parte con questa classifica:

Brescia 63

Lecce 60

Palermo 57

Benevento 53

Pescara 50

H. Verona 48

Spezia 46

Cittadella 45

Perugia 45

Cremonese 42

Cosenza 42

Ascoli 42

Salernitana 38

Crotone 34

Venezia 33

Foggia 31 (-6)

Livorno 31

Padova 26

Carpi 26

GINO PESCITELLI