Società - ''Welcome to Sannio'': presentati i risultati del progetto che guarda al futuro

''Welcome to Sannio'': presentati i risultati del progetto che guarda al futuro Società

E’ con la Festa delle Energie Rinnovabili di Ginestra degli Schiavoni che si conclude l’offerta di eventi inseriti nel progetto finanziato dalla Regione Campania ‘Welcome to Sannio’ (POC 2014-2020).

I risultati dello stesso sono stati presentati, ieri sera, giovedì 23 maggio 2018, a partire proprio dal primo cittadino di Ginestra, Zaccaria Spina, il quale, nel ringraziare per la loro presenza le classi dell’Istituto Comprensivo ‘Onofrio Fragnito’ di San Giorgio la Molara, ha ricordato che la Festa prosegue ancora oggi con la possibilità di usufruire gratuitamente di visite guidate ai numerosi itinerari storico-naturalistici di Ginestra.

In cosa ha consistito il progetto, che ha coinvolto alcuni Comuni dell’alto Fortore, lo ha spiegato l’ingegnere Roberto Formato, il quale ha illustrato, nelle vesti di coordinatore, la rete di itinerari inseriti, oltre che sul web, anche nel giornale a stampa ‘Sannio Discovery’.

‘Welcome to Sannio’, infatti, ha raccolto le intenzioni dei sindaci di creare una cordata in grado di catalizzare i turisti in questi luoghi ameni, attraverso eventi di varia natura e la proposta di pacchetti turistici spendibili tutto l’anno.

In quest’ottica, dunque, sono stati studiati e trasmessi, anche attraverso il portale www.welcometosannio.it, gli itinerari del Torrone e del Croccantino di San Marco dei Cavoti, della Marchigiana di San Giorgio la Molara, delle nuove energie di Ginestra degli Schiavoni, del Caciocavallo di Castelfranco in Miscano, del Ciammaruchiello di Buonalbergo e del Moscato di Baselice.

“Future ambizioni per quella che si spera sarà la seconda edizione del progetto sono - ha spiegato Formato - la traduzione in lingua inglese dei testi del sito e del materiale informativo, da veicolare in città catalizzatori di turismo come ad esempio Napoli. Si auspica anche la capacità di riuscire a creare in loco punti di riferimento in grado di fornire sempre maggiori informazioni su questi territori tutti da scoprire”.

All’advisory board del turismo per Confindustria di Benevento, Luca Mazzone, è spettato il compito di illustrare perché un simile progetto, oggi più che mai, può essere volano per questi territori.

“Le mete classiche del turismo - ha spiegato Mazzone - si affannano oggi con l’over turismo e ciò crea la condizione ottimale per lanciale, su vasta scala, proposte d’itinerari insoliti ed alternativi. Stando ai dati, quello italiano è il popolo più digitalizzato in materia ed ecco spiegato, dunque, anche il forte potenziale che un portale come questo di Welcome to Sannio può costituire”.

L’agente di viaggi, inoltre, è stato anche colui che ha realizzato, sulla base delle informazioni inviate dai singoli Comuni, delle proposte inserite nella sezione ‘Sannio Experience’; proposte arricchite dai riferimenti per conoscere dove soggiornare, gustare i prodotti tipici e le possibili spese da sostenere per trascorrere piacevoli weekend nel Fortore.

Il docente Martucci, dell’I.C. ‘Onofrio Fragnito’ di San Giorgio la Molara, invece, ha spiegato che ciò che la scuola può e deve fare per accendere i riflettori sul proprio territorio è favorire gemellaggi con ragazzi di altre realtà ed incoraggiare le visite guidate nelle reciproche terre di appartenenza.

I sindaci Rossi, De Vizio, Panarese e Morcone, nell’esprimere la felicità per il successo ottenuto dal progetto, auspicano unanimi un rinnovato impegno nella speranza di rendere sempre più attraenti e competitive le loro nobili terre.

La stessa felicità per il successo ottenuto dal progetto e per la sinergia con cui hanno lavorato tutte le forze coinvolte è stata espressa, in chiusura, dal dirigente della Regione Campania, Marco Balzano: “Sin da questa prima edizione - ha dichiarato - il Fortore ha goduto di benefici effetti, tanto si è fatto e tanto ancora si può fare se si continua a lavorare con questo spirito di unità che si è rivelato essere esso stesso una grande energia rinnovabile”.

Ha coordinato i lavori il direttore di Realtà Sannita Giovanni Fuccio.

Altre immagini