Europee 2019, il Sannio conferma il dato nazionale: sul gradino più alto del podio c'è la Lega di Matteo Salvini In primo piano

Le elezioni europee targate 2019 hanno acceso un riflettore fluorescente su una terra piena di risorse - il Sannio - che ha sì voglia e piglio per fare la sua parte nell’ambito del grande scacchiere europeo, ma che purtroppo resta penalizzata essendo una provincia “lillipuziana” inserita in una circoscrizione costituita da ben 6 regioni.

Così, come era prevedibile, i tre candidati sanniti: Nadia Sgro per la Lega e Molly Chiusolo e Leonardo Ciccopiedi per Forza Italia non siederanno a Bruxelles, mentre ce l’ha fatta l’eurodeputato uscente Piernicola Pedicini (sannita d’origine e lucano d’adozione), che, forte di 55mila preferenze, di cui 7.831 conquistate nel Sannio, è il terzo candidato del M5S più votato nella circoscrizione meridionale.

L’ingegnere gestionale Nadia Sgro, prestata per la prima volta alla politica, ha convinto in un lasso di tempo relativamente breve 7.488 aventi diritto al voto della provincia di Benevento, addirittura più del suo leader Matteo Salvini che nel Sannio si attesta a 7.227 preferenze.

Dato incontrovertibile è che la Lega risulta essere non solo il primo partito d’Italia, con oltre il 34%, ma anche del Sannio dove ha conquistato la fiducia di 35.123 elettori (27,86%).

Gongola il coordinatore provinciale Luca Ricciardi che afferma : “I risultati sono chiari e certi: la Lega è il primo partito nel Sannio con 35.123 voti. Non solo, ma in Campania è il primo partito come percentuale di voti. La nostra candidata Nadia Sgro, di grande competenza e di grande etica, è la più votata nel Sannio. La Lega non ha partecipato ai giochi politici del palazzo, non ha avuto padrini politici, ma viene legittimata da grande consenso popolare. I 35.123 voti raccolti sono il frutto di un lavoro certosino, di una presenza sul territorio e di una passione civile e politica della gente comune che ha votato il programma della Lega ed ha premiato Matteo Salvini. Sento il dovere di ringraziare gli elettori sanniti, la struttura ufficiale della Lega, la candidata Nadia Sgro, il coordinatore regionale Gianluca Cantalamessa e soprattutto Matteo Salvini, conduttore del cambiamento. Avverto, inoltre, la grande responsabilità politica di questa vittoria per il Sannio, per la Lega”.

La giovane avvocatessa Molly Chiusolo, che intanto già siede nel parlamentino di Palazzo Mosti, ha ottenuto 7.358 preferenze.

Abbiamo invertito la tendenza nazionale - dichiara a risultati conclamati - garantendo al partito il doppio dei consensi complessivamente raggiunti nel Paese. In una competizione particolarmente complessa, sia per l’enorme estensione del collegio che per lo scenario che si consolidava sul piano europeo, con un vento generale che soffiava a supporto di posizioni sovraniste, abbiamo assicurato un importante sostegno all’area moderata ed al PPE. Sono fiera di questo straordinario risultato, frutto di un lavoro di squadra: per la straordinaria consistenza dell’esito finale voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito con entusiasmo. Faccio gli auguri di buon lavoro a tutti gli eletti ed i complimenti sinceri a tutti i candidati che hanno contribuito a scrivere una straordinaria pagina di democrazia. Non mancheranno occasioni per rileggere ed analizzare i dati emersi dalle urne, intanto voglio sottolineare la soddisfazione per la cifra personale raggiunta: quasi 19mila preferenze nel collegio meridionale, di cui circa 17mila in Campania, con gli importanti traguardi delle 7.358 e 2.044, rispettivamente nell’intera provincia e nella sola città capoluogo. Per comprendere la qualità del risultato tributato dagli elettori, va sottolineato che la Lega, primo partito nazionale e del Sannio, garantisce al suo leader Salvini 7.227 voti in provincia e 1.551 a Benevento città, dove risulta il più votato della sua lista. Ribadisco quanto anticipato nelle settimane scorse a proposito dell’impegno che continueremo a profondere e che solleciteremo a tutti gli eletti, a supporto del Sannio e del Sud. Partiremo ovviamente dai rappresentanti selezionati tra le nostre fila, non dimenticando di chiedere conto a tutti gli eletti del lavoro e dei risultati assicurati alla nostra terra. Proseguiremo, anche dopo questa tornata elettorale, ogni giorno e con impegno, a ricercare sinergie operative ed istituzionali a beneficio delle comunità. Il risultato di queste elezioni è solo l’inizio del lavoro all’orizzonte: prosegue ora la missione più difficile per dare seguito, ciascuno per propria parte, agli impegni assunti”.

Il risultato più basso è stato quello dell’imprenditore Leonardo Ciccopiedi che ha fermato la sua corsa a 1.531 preferenze.

Complessivamente, nel Sannio, come detto, ha stravinto la Lega Salvini Premier (35.123 - 27,86%), quindi al secondo posto troviamo il Movimento 5 Stelle (34.944 - 27,72%), terzo il Partito Democratico (20.678 - 16,40%), Forza Italia si attesta al quarto posto (20.632 - 16,37%), mentre si aggiudica il quinto posto Fratelli d’Italia (5.836 - 4,63%).

Questi, inoltre, i risultati delle altre liste:

+ Europa - Italia in Comune - PDE Italia (2.018 - 1,60%)

La Sinistra (1.805 - 1.43%)

Europa Verde (1.743 - 1,38%)

Partito Comunista (956 - 0,76%)

Partito Animalista (721 - 0,57%)

Popolari per l’Italia (570 - 0,45%)

Popolo della Famiglia - Alternativa Popolare (336 - 0,27%)

Casapound Italia - Destre Unite (264 - 0,21%)

Partito Pirata (229 - 0,18%)

Forza Nuova (208 - 0,16).

ANNA GAN

annagan@hotmail.it