Quel ''maschiaccio'' di Nunzia De Girolamo a Ballando con le Stelle: ''Erano 10 anni che non ridevo così'' In primo piano

Sulle note di “Mi sento bene” (Arisa - Sanremo 2019) quel “maschiaccio” di Nunzia De Girolamo ieri sera ha fatto il suo debutto nel dance show più amato e seguito d’Italia, ovvero, la 14ª edizione di “Ballando con le Stelle”, in onda su Rai Uno fino al prossimo mese di maggio.

Tredici vip provenienti dagli ambiti più disparati in coppia con eccellenti maestri di ballo sono scesi in pista carichi e agguerriti esibendosi nel grande teatro ottocentesco costruito nell’Auditorium Rai del Foro Italico.

Tuta in pelle, chiodo, mezzi guanti con borchie e stivaletti neri stile biker, Nunzia De Girolamo si è scatenata con Raimondo Todaro per la gioia di mamma e sorelle, in primis, che sedute tra il pubblico sorridevano e applaudivano orgogliose.

Ho avuto una vita da avvocato, una vita da dottore di ricerca, una vita da politico che è durata dieci anni, la vera vita, che è quella della mamma, e adesso una nuova vita… da aspirante ballerina (ride)”, ha dichiarato Nunziatina (come affettuosamente la chiama il suo maestro di ballo) nella clip che precede l’esibizione in pista.

Ho deciso di fare Ballando - ha quindi spiegato - perché... mi verrebbe da dire che sono pazza (e giù risata). Nunzia è stata un po’ di ghiaccio in questi anni, mi sono molto coperta, ho nascosto la mia femminilità, ma… - ha asserito con un grande sorriso - diventerò una femmina dopo Ballando. Il mio grande dramma - ha quindi ammesso candidamente - è la postura, sono una donna alta che si è nascosta. Mia madre, quando ero piccola e camminavamo insieme, mi diceva sempre ‘dritta, stai dritta’. Cioè solo questo sorriso - ha infine chiosato -, perché non ridevo da dieci anni così, vale la partecipazione a Ballando”.

Carino Todaro quando durante le prove dice: “Non si vuole far prendere in braccio” e Nunzia di rimando: “Non ti per-me-tte-re (scritto come pronunciato)! La presa io non la faccio, bisticciamo. Non mi faccio prendere in braccio da nessuno, tranne dal mio papà!”.

E pensate che questo possa fermare Raimondo Todaro? Seeeeeee…

Il charleston che “Nunziatina & Totano” (esiste già la maglietta dela coppia) hanno ballato - con lo scenografia del complesso monumentale di Santa Sofia, patrimonio Uneso - (per la serie: quando hai Benevento nel cuore) ha convinto buona parte della giuria, vale a dire Ivan Zazzaroni, Fabio Canino e Carolyn Smith, i quali durante le votazioni le hanno assegnato rispettivamente 7 - 6 - 7, mentre quelle due “lingue biforcute” di Selvaggia Lucarelli e Guillermo Mariotto si sono tenuti più bassi: 5 e 3.

Sul grande entusiasmo dimostrato dalla De Girolamo nella prima puntata dello show, che l’ha portata anche a dare un bacio sulla guancia alla presidente di giuria, la Lucarelli ha avuto da ridire: “Mi fa venire una dermatite seborroica fulminante. Ti chiederei di essere un po’ più sobria con me, cerca di capirmi, non mi baciare. A me questo entusiasmo sembra un po’ artificioso, un po’ artificiale, mi sembra un po’ una botta di narcisismo”.

A difendere Nunziatina, mentre il pubblico faceva “buu” alla Lucarelli, è stato Raimondo Todaro: “L’entusiasmo come persona ce l’ha, perché è proprio così, vulcanica, divertente, ironica e io quest’anno che ballo con lei torno a casa distrutto, sfinito”.

Che dire… chi pensava di aver annientato la De Girolamo - politicamente parlando - dopo la batosta dello scorso anno, dovrà ricredersi, perché la “Nunzia nazionale” si è reinventata ed i riflettori sono ancora una volta tutti su di lei!

A fine gara, “Nunziatina &Totano” hanno passato il turno, appuntamento dunque a sabato 6 aprile con lo spettacolo condotto magistralmente anche quest’anno da Milly Carlucci.

Noi ci saremo... e voi?

ANNAMARIA GANGALE

annamariagangale@hotmail.it

Foto: pagina ufficiale facebook Ballando con le stelle