Multimedialit nel Sannio Società

Chi ha un p di tempo in pi a sua disposizione pu dedicarsi alla lettura del sito ufficiale del Comune di Pietrelcina (http://space.tin.it/io/spacific). La ricca home page costruita su di uno sfondo grigio chiaro, sul quale compaiono, a sinistra lo stemma del comune ed in alto a destra la foto di Padre Pio giovane.

Subito dopo i ringraziamenti ai visitatori si trova un riquadro verde chiaro nel quale il Sindaco esprime piena solidariet agli americani colpiti dai fatti dell'11 settembre. Nella parte inferiore vi sono links relativi ai comunicati stampa, avvisi, punti di ristoro (che rivelano un'attivit imprenditoriale florida ed in crescita sostenuta), i mercati, le fiere, le numerose associazioni e, naturalmente, notizie particolareggiate sulla vita di Padre Pio.

Ricca la sezione dedicata agli eventi religiosi.

A questo punto occorre soffermarsi su alcune di queste sezioni.

Il link "Quante emozioni" apre sul saluto del sindaco Masone, il quale, tra le altre cose, si sofferma sull'imponente flusso di pellegrini che si riversano annualmente a Pietrelcina, vero volano di sviluppo per tutto il territorio, e sull'entit ancora modesta delle risorse chiamate a farvi fronte in maniera appropriata, sottolineando lo sforzo di crescita collettiva della comunit.

Tra gli avvisi ve ne uno che mette in guardia i fedeli dai venditori di oggetti, i quali chiedono offerte per la chiesa di Piana Romana e nel contempo fornito il numero di conto corrente postale su cui effettuare i versamenti.

Per gli emigrati presente un servizio apposito, con modulo da riempire, indicando eventuali suggerimenti. Nella parte dedicata agli eventi compaiono foto del Presepe Vivente di Pietrelcina.

Di siti che per un verso o per laltro parlino di Padre Pio, come si sa da una statistica effettuata su Internet, ne esistono migliaia, forse pi di 40.000. Tuttavia la prima e unica comunit virtuale on line su Padre Pio presente solo sul sito www.pietrelcinanet.com.

Il suo fondatore, Alfredo Martinelli, cos si esprime al riguardo: Cominciai a costruirlo oltre 2 anni fa quasi per gioco, ed ora rappresenta una delle pi importanti realt del Sannio su Internet e la punta di diamante della mia azienda, che grazie a Pietrelcinanet si fatta conoscere in tutta Italia.

Sito ricchissimo di informazioni e di servizi, oltre a notizie sul frate stimmatizzato, su Pietrelcina ed il Sannio, esso fornisce anche soluzioni di e.business, servizi per i web master, per il tempo libero ed una ricca serie di categorie web in cui effettuare le proprie ricerche. I colori prevalenti utilizzati nel sito sono il bianco, lazzurro e larancio.

E nato da un anno circa il sito http://digilander.iol.it/vivitelese/, gestito da sette cittadini e da tutti coloro che saltuariamente abbiano voglia di scrivere. In home page, su colori bianco e azzurro e su di un gradevole sottofondo musicale, la rassegna delle ultime notizie riguardanti Telese ed altri comuni, links ai vari organi di informazione provinciali e regionali, suggerimenti per difendersi dagli attacchi dei virus (sono segnalati al riguardo ben 80 link), notizie sulle associazioni operanti sul territorio, links a siti riguardanti la salute, il benessere e i diritti dei cittadini. In una nota pervenutaci dal gruppo di Vivitelese scritto quanto segue: Vivi Telese, non un giornale ed i simpatizzanti elencati non sono redattori di una testata giornalistica. Tuttavia, quando una nuova notizia riguarda le problematiche trattate da Vivi Telese, viene "copiata e incollata" da fonti giornalistiche autorevoli.

Il sito nasce dall'esigenza di raccogliere opinioni e testimonianze per migliorare la vivibilit a Telese Terme, sottoponendole a chi ha poteri decisionali.

La grande negativit riguarda l'atteggiamento degli amministratori comunali che ci considerano nemici e non per quello che siamo: un'associazione PRO LOCO nel vero senso delle parole.

Le molteplici sollecitazioni rivolte a Sindaco ed assessori per una collaborazione attiva con ViviTelese, sono rimaste senza alcuna risposta a parte l'arretratezza degli atteggiamenti di chi ci governa che da amici, coetanei, ci hanno tolto anche il saluto. Non servito a niente dimostrare in quasi un anno di attivit che:

-non siamo politici e non abbiamo tessere
-non vogliamo candidarci n destabilizzare il potere
-non vogliamo candidarci n destabilizzare il potere
-amiamo profondamente la terra in cui viviamo
-siamo gente serena e che sorride alla vita
-non abbiamo paura di esprimerc
-siamo molto seguiti (30.000 visite circa in un anno).
Forse proprio il nostro modo di vivere che fa invidia a chi non riesce ad amare gli altri e le cose.

Chi vuole conoscere tutto sulla storia dello Scipyonic Samniticum (il famoso Ciro), pu consultare il sito www.prolocopietraroja.it/, sito ufficiale della Pro Loco di Pietraroja, il piccolo centro sannita dove stato rinvenuto lo scheletro del piccolo dinosauro ormai noto in tutto il mondo, vera attrazione turistica del Sannio, dopo Pietrelcina.

Naturalmente presente una sezione sul Parco Geopaleontologico di Pietraroja, dove, oltre a conoscere la storia della montagna di Pietraroja e dei suoi fossili possibile cliccare sulla foto per vedere il video di una parte di visita guidata organizzata dalla Pro Loco Pietraroja, in occasione della Seconda Sagra dei Prodotti Tipici Locali.

Rimane da dire che non tutti i comuni e le Pro Loco del Sannio hanno ancora un proprio sito web, ma la tendenza in atto fa prevede nel prossimo futuro uno sviluppo di questo tipo di pubblicit per far conoscere a livello mondiale le proprie risorse e stabilire un contatto con gli emigranti.

Qualche ente si serve gi dei professionisti e sicuramente molti se ne serviranno in futuro. Tuttavia, ormai, la mania prende piede anche tra gli appassionati.

(FINE)

LUCIA GANGALE

(Realt Sannita n. 11 / 16-3O giugno 2002)