Calcio Serie A, l'Udinese affonda il Benevento che ora rischia tantissimo In primo piano

E’ un 2021 davvero nero per i giallorossi che in questo nuovo anno ancora non sono riusciti a vincere una gara. L’ultima vittoria risale oramai allo scorso dicembre e da allora qualche pareggio e tante sconfitte.

Ed a questo punto la situazione si è fatta veramente difficile, ed uscirne fuori è diventato veramente difficile, dopo che anche l’Udinese è dilagata al “Vigorito” diventato per tutti terra di conquista. Alla fine è stato 4-2 per i bianconeri, che forse avrebbero anche meritato un risultato più tondo, mentre per i giallorossi è buio pesto.

Una vera disfatta per Viola e compagni con l’incubo retrocessione in B che si avvicina sempre più.

E’ vero che ci sono ancora 15 punti in palio e che Crotone e Parma sembrano già condannati, ma evitare il terzultimo posto a questo punto diventa veramente difficile e trovare una via d’uscita è a dir poco complicato per quanto si è visto anche contro l’Udinese. Occorrerebbe quasi un miracolo!

Alla fine della gara in sala stampa soltanto il presidente Vigorito per annunciare il silenzio stampa, ma non si sa quanto questo possa servire. Secondo Vigorito per ritrovare la necessaria serenità, ma occorrerebbe ben altro per dare la scossa all’ambiente.

Anche contro l’Udinese i giallorossi non sono stati mai in partita. Una squadra deconcentrata, svogliata, con tanti giocatori che oramai sono venuti meno, mentre l’infermeria continua ad essere sempre più piena.

Inzaghi ha insistito con il 3-5-2 con Glik, Barba e Caldirola avanti a Montipò, Viola, Hetemaj, Depaoli e Dabo a centrocampo, poi Improta a sostegno di Lapadula e Sau. Nel corso della gara sono entrati Ionita per Depaoli, Schiattarella per Viola, Insigne per Dabo e Iago Falque per Hetemaj.

Per la cronaca le due reti del Benevento sono state messe a segno da Viola su rigore e da Lapadula.

La prossima gara ancora da brividi: il 1 maggio si gioca contro il Milan.

GINO PESCITELLI

Foto: Repubblica.it