Calcio Serie B: il Benevento batte 2-0 la Cremonese e guida la classifica con 21 punti In primo piano

Ogni paura è passata: la “debacle” di sabato scorso a Pescara si è dimostrata un danno passeggero, e la risposta si è avuta a stretto giro di posta, con la netta, importante e significativa vittoria contro la Cremonese degli ex Baroni e Ceravolo. Alla fine un 2-0 che parla da solo, a dimostrazione che il torrone di Benevento è senz’altro più saporito di quello di Cremona.

Era importante la gara in notturna contro la Cremonese soprattutto per capire che lo “scossone” dell’Adriatico era stato digerito. Ed alla fine si è capito che il passo falso può essere considerato dietro la porta, con i giallorossi che sono nuovamente soli alla testa della classifica con tre punti di vantaggio sul Crotone. Insomma tornare subito in campo è stata la medicina migliore, come aveva previsto Inzaghi alla vigilia.

E c’è da dire che praticamente al “Vigorito” non c’è stata partita, dal momento che il divario tra Benevento e Cremonese è stato netto. Ed anche lo spauracchio Ceravolo, giustamente accolto da applausi dai tifosi giallorossi, alla fine si è dimostrato inesistente. Soprattutto nella ripresa, quando sono venute le due reti di Coda, che finalmente si è sbloccato, ed Improta il Benevento ha fatto il bello e cattivo tempo, surclassando l’undici dell’ex Baroni, anche lui giustamente applaudito. E neanche l’ingresso in campo nel finale di Ciofani ha permesso ai “bianchi” di Cremona di impegnare la difesa giallorossa, finalmente ritornata un bunker dopo la giornataccia di Pescara.

Importanti le mosse di Inzaghi, che ha cambiato tantissimo. Inaspettata la difesa a tre formata Tuia. Antei e Caldirola, che ha forse disorientato Baroni. E c’è da dire che i tre difensori non hanno commesso errori, mentre Montipò si è pienamente riscattato. Sulla fascia sinistra il solito Letizia ha spinto tantissimo, mentre a centrocampo Viola ed Hetemaj l’hanno fatta da padrone. Novità anche sulle fasce esterne dove hanno giocato Tello e Kragl. In attacco i soliti Coda ed Armenteros, con Sau in panchina. E nella ripresa anche l’esperimento del duo Viola - Schiattarella a centrocampo, con l’uscita di Hetemaj, pienamente riuscito, a dimostrazione del fatto che i due giocatori benissimo possono giocare insieme. In campo nel finale sono entrati anche Improta per Kragl e Maggio per Armenteros, quando c’è stato bisogno di blindare l’importante vittoria nel momento in cui la Cremonese premeva. Poi al 93’, in pieno recupero, è giunta anche la rete di Improta a sigillo di una prestazione veramente maiuscola dell’intera squadra.

Poi al fischio finale la gioia sotto la curva, tra tantissimi applausi. Da segnalare anche che prima della gara la Sud con un immenso striscione ha voluto ricordare Ciro Vigorito nell’anniversario della dolorosa scomparsa. Un atto dovuto, che ha voluto dimostrare l’affetto dei tifosi nei confronti dell’intera famiglia.

Ora neanche il tempo di rifiatare che domenica sarà nuovamente campionato, con l’Empoli di Bucchi che sarà di scena ancora al “Vigorito”. Si giocherà in notturna, con inizio alle 21.00.

Ed il Benevento ripartirà da leader solitario della classifica.

Ecco, intanto, la nuova classifica dopo che è terminata la decima giornata:

Benevento 21

Crotone 18

Empoli 17

Chievo Verona 17

Ascoli 16

Perugia 16

Cittadella 16

Salernitana 15

Pordenone 15

Virtus Entella 15

Pescara 13

Pisa 13

Frosinone 13

Venezia 12

Cremonese 12

Spezia 11

Juve Stabia 10

Cosenza 8

Livorno 7

Trapani 6

GINO PESCITELLI