Calcio Serie B: il Benevento spreca tanto contro l'Entella ed alla fine è un pareggio amaro In primo piano

Alla fine solo l’Entella è uscita dal campo sorridendo, con il Benevento che deve fare un mea culpa grandissimo per non essere riuscito a conquistare i tre punti in palio.

E’ stato un pomeriggio amaro per Maggio e compagni, che però devono meditare sui tantissimi errori commessi in fase realizzativa. Andati in vantaggio con Kragl dopo venti minuti di gara, i giallorossi hanno insistito tanto per cercare di chiudere la gara, come logica richiedeva ma nello stesso tempo non sono riusciti a concretizzare almeno una decina occasioni da rete. E quanto si sbaglia tanto si viene puniti, con l’Entella che ad una decina di minuti dalla fine ha conquistato il pareggio su una palla sporca ed in seguito ad un calcio di punizione che forse neanche c’era.

Questa la sintesi di una gara, finita con un pareggio che forse i liguri non meritavano, anche se alla fine della gara l’allenatore Buscaglia si è lagnato perché, secondo lui, l’arbitro non avrebbe concesso due calci di rigore alla sua squadra. Ed a proposito del direttore di gara parole di fuoco nei suoi confronti anche da Inzaghi, ed onestamente c’è da dire che il giovanissimo Sozza di Seregno non hanno accontentato nessuno, e c’è da chiedere a chi di competenza perché è stato designato un arbitro del genere per una gara importante e che alla vigilia si presentava molto spigolosa. Le sole tre gare dirette in questo torneo dal fischietto di Seregno, sono la dimostrazione che l’esperienza gli manca e che non può dirigere incontri così importanti.

A parte, comunque, la pessima giornata del fischietto di giornata, il Benevento deve mordersi le mani per non essere riuscito a conquistare l’intera posta in palio per colpa degli errori dei suoi attaccanti, Coda ed Insigne in primo luogo. Ha pesato tantissimo l’assenza all’ultimo minuto dell’affaticato Sau, che è stato sostituito da Insigne per fare coppia con Coda. E soltanto negli ultimi dieci minuti Inzaghi ha chiamato in campo Armenteros, al quale questa volta il “miracolo” non riuscito come si era verificato con il Cosenza.

A causa dell’assenza di Sau l’allenatore giallorosso ha schierato Improta sulla fascia con Kragl dall’altra parte, lasciando a Coda ed Insigne il compito di puntare a rete. E la coppia di attaccanti ha completamente fallito il compito che gli era stato affidato

Per il resto tutto come previsto con Montipò a guardia della rete, Caldirola ed Antei centrali, Maggio e Letizia sulle fasce. Centro campo affidato a Viola ed Hetamaj, ma anche loro questa volta non sono stati molto precisi nel fornire palloni giocabili agli attaccanti. Senz’altro meglio hanno giocato Maggio e Letizia. Nel finale di gara Inzaghi ha cercato di cambiare qualcosa inserendo Tello per Kragl ed Armenteros per Improta, ma le cose non sono cambiate

Insomma è stata una gara sulla falsariga di quella disputata martedì scorso contro il Pordenone. Anche questa volta il Benevento ha perso due punti dopo essere andato in vantaggio, ed alla fine questi quattro punti letteralmente gettati via potrebbero pesare, ed anche tanto.

La settima giornata di campionato vedrà ora i giallorossi impegnati sabato prossimo contro lo Spezia, che certamente scenderà in campo con il dente avvelenato dopo la netta sconfitta casalinga contro il fanalino di coda Trapani. In questi giorni Inzaghi dovrà bene analizzare la gara contro l’Entella, per far capire alla squadra i grandi errori commessi in fase realizzativa. E forse un po’ di riposo a qualche giocatore farebbe bene. E dopo la gara contro lo Spezia una settimana di sosta che certamente potrebbe fare bene

Ecco, comunque, le gare del prossimo turno:

Perugia - Pisa venerdì 4 ottobre ore 21.00

Cosenza - Venezia sabato 5 ottobre ore 15.00

Livorno - Chiebvo sabato 5 ottobre ore 15.00

Pordenone - Empoli sabato 5 ottobre ore 15.00

Spezia - Benevento sabato 5 ottobre ore 15.00

Trapani - Juve Stabia sabato 5 ottobre ore 18.00

Cremonese - Cittadella domenica 6 ottobre ore 15.00

Salernitana - Frosinone domenica 6 ottobre ore 15.00

Crotone - Entella domenica 6 ottobre ore 15.00

Ascoli - Pescara domenica 6 ottobre ore 21.00

GINO PESCITELLI