Focolai da contagio Covid nelle strutture pubbliche, Altrabenevento: ''Mastella fa l'acchiappafantasmi e Canfora il distratto'' In primo piano

Sandra Sandrucci, presidente di Altrabenevento, Associazione per la Città Sostenibile contro il malaffare, torna ad interessarsi di focolai da contagio Covid-19 in quel di Benevento. Nella nota, che riportiamo qui di seguito in forma integrale, la Sandrucci chiama in causa il sindaco Clemente Mastella ed il rettore dell’Università del Sannio Gerardo Canfora, appellandoli rispettivamente come “acchiappafantasmi” e “distratto” per i casi di contagio che stanno interessando la Polizia Municipale, l’Ospedale Rummo e la Facoltà di Ingegneria. Ed in conclusione, la domanda delle “cento pistole” sul laboratorio che ha effettuato i test anti Covid: “Non sarà mica il solito Centro Delta, associato nel Consorzio Sannio Tech al Genus Biotech - spin-off dell’Università, che però non è iscritto nell’elenco regionale dei laboratori accreditati per test anti Covid-19, neppure dopo l’ultimo aggiornamento del 30 ottobre?”.

“Focolai di contagio Covid-19 nelle strutture pubbliche, il rettore dell’Università fa il distratto e il sindaco Mastella non risponde perché impegnato a fare l’acchiappafantasmi . Il sindaco Clemente Mastella tenta in ogni modo di non commentare i casi di contagio nelle strutture pubbliche, soprattutto quelli della Polizia Municipale e dell’Ospedale Rummo ed evita anche di affrontare le difficoltà della ASL, chiaramente in affanno e in ritardo per i tamponi e le disposizioni relative alla quarantena dei soggetti a rischio.

Il sindaco fa di tutto per evitare imbarazzanti discussioni anche sui laboratori privati utilizzati per fare test anti covid a pagamento.

Mastella, quindi, ogni giorno si inventa qualcosa per spostare l’attenzione sulle responsabilità dei cittadini, invece di occuparsi della gestione dell’emergenza.

Ieri, infatti, mentre tutti si preoccupavano per i medici, gli infermieri e gli ammalati del reparto di Cardiologia dell’Ospedale, contagiato da Covid19, il sindaco ha firmato una apposita ordinanza per vietare tutti i festeggiamenti per Halloween ai quali certo i beneventani non stavano pensando affatto, visto i problemi attuali.

E comunque, con bar, pub e ristoranti chiusi dalle 18.00 e le norme contro gli assembramenti, non c’era bisogno di una ordinanza specifica. Ma il sindaco è abituato a stupire ed infatti, non solo ha vietato le feste, ma addirittura ha ordinato a tutti i gestori di attività commerciali di non regalare caramelle e dolci.

Intanto, per smentire il contagio alla Facoltà di Ingegneria dell’Università del Sannio, è intervenuto il rettore che però ha confermato, come da noi affermato, che due docenti e un amministrativo sono contagiati da Covid-19 ed ammette che non sono state disposte quarantene tra i soggetti che hanno avuto contatti stretti. Si limita a dire che sono state rispettate le norme, ovviamente.

Sostiene che sono stati fatti numerosi tamponi tra i dipendenti dell’ateneo e gli studenti, tutti con esito negativo, ma non indica il laboratorio che li ha effettuati.

Non sarà mica il solito Centro Delta, associato nel Consorzio Sannio Tech al Genus Biotech - spin-off dell’Università, che però non è iscritto nell’elenco regionale dei laboratori accreditati per test anti Covid-19, neppure dopo l’ultimo aggiornamento del 30 ottobre?”.