Nuovo segretario a Palazzo Mosti In primo piano

Gentili lettori,

questo che state per leggere è l’ultimo articolo scritto dal nostro caro collega Gino Pescitelli. Il suo impegno con Realtà Sannita è stata ultraquarantennale. Di lui ricorderemo sempre la grande passione giornalistica, il suo essere una vera e propria “macchina da guerra” - come amava dire il nostro compianto Direttore Giovanni Fuccio - la sua bontà d’animo e il suo spirito collaborativo e generoso con tutti. Ciao Gino...

* * * * *

Fine della corsa per la santagatese Cotugno alla Segreteria del Comune capoluogo. Al suo posto arriva Feola.

Dopo qualche brutta figura rimediata in uno degli ultimi Consigli Comunali, al termine di una tumultuosa seduta di Giunta, il sindaco ha chiesto al competente ufficio che gestisce i segretari comunali il cambio, che del resto qualcuno aveva già preventivato. Nei termini sono arrivati 20 curricula tra i quali è stata fatta la scelta.

C’è da dire che gli unici a cercare di difendere la Cotugno sono stati i consiglieri del Pd.

L’addio alla segretaria certamente non è stata una novità dal momento che da tempo se ne parlava, e negli ultimi tempi tante le accuse per quanto riguarda i comportamenti della burocrazia comunale. La speranza è che ora veramente qualcosa possa cambiare, ma certamente ci vorrà un segretario dal polso forte, capace di dare un assetto ben diverso alla burocrazia di Palazzo Mosti.

Clemente Mastella in pochi giorni ha analizzato i curricula che gli erano pervenuti ed ha scelto il nuovo segretario generale.

Si tratta del napoletano 55enne Riccardo Feola, proveniente da Isernia.

Sembra che la scelta non sia stata semplice, dal momento che diversi curricula erano importanti, ma intanto il dato è tratto.

Comunque Feola ha una lunga esperienza maturata in importanti Comuni in quasi 25 anni di servizio.

Resta ora da vedere quando potrà assumere servizio a Benevento, dopo che tutte le pratiche burocratiche saranno completate. Già Mastella e Feola si sono sentiti, ed il neo segretario generale ha chiesto di poter completare alcuni lavori ad Isernia, esprimendo la volontà di assumere presto il nuovo servizio a Palazzo Mosti.

Ma non soltanto il cambio del segretario, perché il primo cittadino ha chiesto un passo diverso a tutti gli assessori, ai consiglieri delegati e soprattutto ai dirigenti vecchi e nuovi. Questo perché ci sono i fondi, e sono importanti e consistenti, del PNRR da utilizzare ed è una occasione irripetibile assolutamente da non perdere. Per questo occorre un grande lavoro comune, senza nulla tralasciare.

Si inizierà con dare luce alle mura longobarde, fatto importantissimo, poi si passerà al recupero di Piazza Duomo, alla viabilità, a dare un nuovo volto alle zone periferiche dove Mastella ha avuto tantissimi voti.

Con la speranza che non venga dimenticato il quotidiano che tanti problemi sta creando. Insomma è importante pensare al domani senza dimenticare l’oggi.

Anche il nuovo Consiglio provinciale ha iniziato il suo cammino.

Alla presidenza resta il supervotato Nino Lombardi che dovrebbe essere il successore di Di Maria, ancora sospeso dopo i noti fatti giudiziari.

Insomma nei due più importanti Enti il lavoro va avanti, anche se tra mille difficoltà a causa del grande aumento del numero dei contagi, con tante scuole chiuse soprattutto in provincia. E che il Sannio sia tra le zone più colpite non solo della Campania ma di tutta Italia è una cosa veramente preoccupante. Le lunghissime file per effettuare tamponi e vaccini sono la dimostrazione che siamo in grande emergenza, ed occorre fare molta attenzione.

GINO PESCITELLI