Stazione Centrale, Mastella: ''Interventi passati l'hanno peggiorata. Intercettati 25 milioni di euro per riqualificarla'' In primo piano

Le stazioni sono le vetrine di una città, parte integrante del suo tessuto storico, sociale ed ambientale. E quella di Benevento - dichiara il sindaco Clemente Mastella -, a causa delle trasformazioni subite, presenta grossi limiti per la mobilità oltre ad essere poco accogliente e funzionale. Gli interventi passati, invece di migliorarla, l’hanno peggiorata, rendendo più difficile non solo la circolazione dei veicoli, ma addirittura anche quella dei pedoni.

Presto però - annuncia il primo cittadino - anche questa condizione sarà sanata grazie ai 25 milioni di euro che abbiamo intercettato per riqualificarla. Nel febbraio del 2020, infatti, il Comune ha sottoscritto un protocollo con Rfi (Rete Ferrovie dello Stato) e Regione Campania per fare della stazione di Benevento un nuovo hub urbano della mobilità.

Benevento merita una stazione all’altezza delle sue potenzialità, che sia funzionale, accogliente e rappresenti il biglietto da visita più bello per la città, non un percorso ad ostacoli qual è oggi. E questo finanziamento ci permetterà finalmente di ottenerne la trasformazione.

Il nuovo progetto - sottolinea - prevede che la stazione centrale non sia più soltanto un punto di accesso ferroviario, ma uno spazio ampio in grado di offrire ai viaggiatori servizi integrati e una vasta gamma di soluzioni di mobilità.

Sarà una sorta di manifesto della città e sarà funzionale e accogliente. Da problema diventerà una grande opportunità. Ed è un progetto di cui ammetto di andare particolarmente fiero.

In questi anni - conclude Mastella - abbiamo provato a fare di Benevento una città ambiziosa, capace e desiderosa di pensare in grande e di agire di conseguenza. Ma per farlo, ancora una volta, siamo dovuti intervenire con un’azione di risanamento”.