Strade e piazze cittadine, panchine e cimitero comunale: l'ordinanza di Mastella In primo piano

Il sindaco di Benevento, Clemente Mario Mastella, ha firmato l’ennesima ordinanza per ribadire le restrizioni già disposte con precedenti ordinanze - riguardanti strade e piazze cittadine, panchine e cimitero comunale - al fine di fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

CONSIDERATO

che in base al quotidiano monitoraggio dei casi COVID-19 e dei relativi ricoveri, non è dato rilevare una flessione del numero dei contagi;

che il pregiudizio per la salute dei cittadini è destinato ad aggravarsi in vista della consueta epidemia influenzale che ordinariamente colpisce vasti strati della popolazione nei mesi invernali, cui consegue talaltro un sensibile aumento di afflusso nei nosocomi;

che, anche per l’attuale andamento climatico oltre che per la conformazione orografica, il territorio cittadino è particolarmente esposto alla concentrazione delle polveri sottili, che - come evidenziatosi nelle aree più colpite dalla cosiddetta “prima ondata” - incidono negativamente sulle sindromi respiratorie, costituenti gravissima manifestazione del Covid 19;

RITENUTO

di dover disporre ulteriori misure dirette a limitare la presenza di pubblico nelle strade e piazze cittadine, nei giorni e nelle fasce orarie in cui, per comportamenti consuetudinari, è particolarmente elevato il rischio di assembramento, con conseguente inosservanza anche involontaria del prescritto obbligo di distanziamento;

CONSTATATO

che nei giorni di venerdì sabato e domenica e nei giorni festivi e prefestivi, specie dalle ore 18.00, lungo il Corso Garibaldi e relative piazze e traverse, segnatamente Via Traiano comprese le aree circostanti l’Arco, nonché in Piazza Roma e in Via Annunziata (spazio antistante l’ingresso di Palazzo Mosti) si registra una considerevole circolazione pedonale con conseguente inosservanza delle misure di distanziamento;

ORDINA

1) fermo restando quanto disposto dalle precedenti Ordinanze prot. 108619/2020 e 110869/2020, a decorrere dal 5/12/2020 e fino al 6/01/2021 la chiusura al pubblico in tutti i venerdì, i sabati e le domeniche, nonché nei giorni festivi e prefestivi, dalle ore 18.00 alle ore 22.00, delle sotto indicate strade e piazze cittadine, fatta salva la possibilità di accesso, e di deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private: Corso Garibaldi e relative piazze e traverse, segnatamente Via Traiano comprese le aree circostanti l’Arco, nonché Piazza Roma e Via Annunziata (spazio antistante ingresso di Palazzo Mosti);

2) dalle ore 22.00 alle ore 5.00 dei suddetti giorni vige, anche negli spazi urbani sopra elencati, il generale divieto di spostamento - assorbente rispetto alla disposizione di cui al precedente punto 1 - sancito dal DPCM del 03/11/2020 e dal DPCM 3/12/2020 salvo le eccezioni ivi previste;

3) nei luoghi nei giorni nella fasce orarie indicati nelle precedenti Ordinanze prot. 108619 e 110869/2020 nonché al punto 1 della presente è fatto divieto di ritrovo e stazionamento dei minori.

CONFIDA

In una più intensa e rigorosa attività di controllo e vigilanza da parte delle FF.00. Sui comportamenti dei minori;

RITENUTO

di dover prevenire ulteriori comportamenti e occasioni che comportano la inosservanza della distanza di sicurezza interpersonale e del divieto di assembramento;

ORDINA

A. sulle panchine dell’intero territorio cittadino potranno prendere posto due persone per volta oppure un minore o una persona non autosufficiente con il rispettivo accompagnatore, sempre nel rispetto del prescritto distanziamento interpersonale;

B. nelle domeniche e giorni festivi è interdetto l’accesso dei visitatori al Cimitero Comunale;

C. è sospeso lo svolgimento del mercato regionale del sabato nell’area Santa Colomba;

FA APPELLO

al senso di responsabilità di tutti i cittadini perché assumano spontaneamente comportamenti improntati alla massima prudenza evitando occasioni di contatti interpersonali quando non strettamente necessari, significando che la diffusione dell’epidemia non è altrimenti gestibile e controllabile;

DISPONE

che il Comandante della Polizia Municipale si raccordi, nelle previste sedi di coordinamento, con i responsabili delle altre Forse dell’Ordine per l’organizzazione dei relativi servizi di vigilanza e controllo;

AVVERTE

l’inosservanza delle disposizioni di cui alla presente Ordinanza, è punita con le sanzioni previste dal D.L. n 19/2020.