TELESE TERME - Celati in un furgone martelli, cacciaviti, forbici, pinze e guanti. Denuncia e foglio di via per pregiudicato rumeno In primo piano

Proseguono incessantemente i controlli straordinari del territorio nella provincia beneventana, come voluto e predisposto dal questore Luigi Bonagura, per offrire sempre maggiore sicurezza ai cittadini.

Da giorni gli uomini della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine Campania, in collaborazione con gli Agenti delle “Volanti”, del Commissariato di Telese Terme, della Divisione Anticrimine, della Squadra Mobile e della Divisione Amministrativa e Sociale, setacciano il territorio per dare una risposta ancor più incisiva nella prevenzione di ogni forma di illegalità, con particolare riguardo ai reati predatori, alla criminalità diffusa e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare l’attenzione si è concentrata sul territorio di Telese Terme dove, oltre ai controlli tradizionali che hanno già portato ottimi risultati: 123 persone identificate (di cui 14 con precedenti penali), 69 veicoli controllati, oltre a svariati esercizi pubblici ispezionati, gli Agenti impegnati nei servizi straordinari di controllo si sono avvalsi anche del sistema “Mercurio” - un sofisticato supporto informatico che garantisce interrogazioni e riscontri immediati e incrociati alle Banche Dati.

Nell’ambito di tali operazioni, personale della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Telese Terme, diretto dal vice questore Salzano, ha individuato e identificato due soggetti a bordo di un furgone con targa straniera in prossimità di una attività commerciale. L’atteggiamento nervoso e irrequieto mostrato dai due alla vista degli agenti, ha attirato l’attenzione degli operatori che, immediatamente, hanno deciso di procedere ad un controllo. Gli occupanti del mezzo, due cittadini stranieri di origini rumene, non hanno fornito valide giustificazioni circa la loro presenza. All’interno del furgone sono stati rinvenuti martelli, cacciaviti, forbici pinze e guanti e per tale motivo il proprietario del veicolo, già gravato da precedenti penali, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per il possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

A suo carico, altresì, è stata redatta ex art. 2 del decreto legislativo n. 159 del 6 settembre 2011, una proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno dal comune di Telese Terme ritenendolo abitualmente dedito a commettere reati e pericoloso per la sicurezza pubblica.