Tragedia immane lungo la Telesina. Disabile 34enne uccide il suo bimbo di 4 mesi. Ora è piantonata in ospedale In primo piano

E’ accusata di un delitto gravissimo: infanticidio, ed ora si trova piantonata dai carabinieri presso l’ospedale Rummo di Benevento.

Si tratta di una donna di 34 anni di Campolattaro, disabile sordomuta, ritenuta responsabile dell’omicidio del suo piccolo di soli 4 mesi, commesso davanti agli occhi increduli di alcuni testimoni.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti ad opera delle persone presenti sul posto, la notte scorsa, intorno a mezzanotte, a pochi passi da un distributore di carburanti lungo la statale 372, Telese-Caianello, nei pressi di Solopaca, la donna, dopo aver impattato contro un guard rail con la sua Opel Corsa, sarebbe scesa dal veicolo con in braccio il suo piccolo per poi lanciarlo in una scarpata piena di rovi.

Non si sa se si sia trattato di un incidente o di un fatto volontario.

Quindi, sempre secondo le testimonianze di qualche automobilista fermo al bar del distributore, la 34enne sarebbe scesa dall’auto e avrebbe addirittura raggiunto il neonato per infliggergli dei colpi alla testa con un pezzo di legno trovato sul posto.

A quel punto, alcuni uomini avrebbero provato ad intervenire ma la donna, in evidente stato di agitazione, li avrebbe minacciati di morte puntando verso di loro un coltello.

Allertati dagli automobilisti, sul posto sono giunti i carabinieri, i vigili del fuoco e personale del 118, che hanno trovato la madre ferita e priva di sensi ed il bimbo senza vita.

Ancora tutte da chiarire le motivazioni che hanno spinto questa giovane mamma a porre fine alla vita del suo piccolino.

Nei giorni scorsi, il compagno della donna, un 32enne di Quadrelle (Av), aveva denunciato la scomparsa della disabile.

Ora la Procura di Benevento affiderà l’incarico per l’esame autoptico sul bimbo.

Nella foto il guard rail danneggiato sulla Telesina