Calcio Serie B, neanche la nebbia ferma più il Benevento In primo piano

Tra una pesante nebbia, che ad un certo punto ha messo anche in dubbio lo svolgimento della gara, il Benevento è riuscito ad espugnare lo stadio “Euganeo” di Padova, mettendo veramente nei guai non soltanto l’undici di casa ma anche l’allenatore Foscarini che a questo punto rischia veramente la panchina.

Per i sanniti, invece, una nuova serata di gloria ed un passo avanti importante dopo la vittoria contro il Crotone. Questa volta è stato Improta a permettere ai giallorossi di ritornare alla vittoria esterna dopo un lungo periodo di assenza. Infatti, i tre punti lontani dal “Vigorito” mancavano ai giallorossi da oltre mesi, precisamente dal 25 settembre, quando era venuta la vittoria contro il Cittadella. Praticamente, 305’ minuti di digiuno per quanto riguarda le vittorie esterne, se consideriamo che la rete di Improta è venuta al 78’, dopo che l’undici di Bucchi aveva gettato alle ortiche un bel po’ di occasioni da rete. E meno male che alla fine non è venuta anche la beffa in pieno recupero, per giunta con il Padova in dieci uomini, a causa di una facile occasione da rete non sfruttata dai padroni di casa e subito dopo grazie ad una strepitosa parata di Montipò.

Comunque, anche se in condizioni non certo ottimali di tempo, pienamente meritata la vittoria dei giallorossi, che hanno anche colpito una traversa oltre a non aver sfruttato tantissime occasioni.

Pochi i cambi di Bucchi rispetto alla gara contro il Crotone, anche se si è giocato dopo solo quattro giorni. L’allenatore ancora una volta si è affidato al 3-5-2, con Volta, Di Chiara ed Antei centrali, quindi Bandinelli Del Pinto e Tello a centrocampo, poi Letizia ed Improta sulle fasce, con Bonaiuto e Coda in attacco. All’improvviso non è sceso in campo Insigne, eroe della vitto0ria contro il Crotone, che non era neanche in panchina. Una decisione apparsa a tutti strana, ma sembra che Insigne abbia avuto un risentimento muscolare durante la seduta di rifinitura della mattinata. Speriamo che non sia niente di grave dal momento che il recupero del giocatore potrebbe essere importantissima per la gara di domenica contro il Brescia, quando i giallorossi si giocano praticamente tutto per chiudere il girone di andata in una invidiabile posizione di classifica.  Una sola la sostituzione di Bucchi nel corso della gara, quando a metà ripresa è entrato in campo Ricci al posto di Bonaiuto. Per il resto tutto invariato, nonostante i cartellini gialli sventolati a Del Pinto, Letizia, Di Chiara e Volta.

Comunque, a Padova forse anche per le condizioni atmosferiche non si è vista la squadra che tanto bene aveva impressionato contro il Crotone. E’ mancato il pressing e la spinta sulle fasce e soprattutto nei primi 45’ minuti si è concesso un po’ troppo ai padroni di casa. Senz’altro migliore il Benevento visto nella ripresa, e proprio per questo la vittoria è sembrata legittima. E con la riconquista dei tre punti in trasferta anche la classifica comincia finalmente a sorridere. E bisogna insistere con la continuità, come continua a predicare Bucchi.

Neanche il tempo di assaporare il ritorno alla vittoria esterna e domenica sarà nuovamente campionato, per l’ultimo impegno del girone di andata. Una sfida importante per i giallorossi contro il Brescia secondo in classifica, con l’inizio previsto per le 16.00.

Ecco le gare in programma per l’ultima gara del girone di andata:

▪ Foggia - Hellas Verona domenica 30 ore 12.30

▪ Ascoli - Crotone domenica 30 ore 15.00

▪ Cittadella - Palermo domenica 30 ore 15.00

▪ Cremonese - Perugia domenica 30 ore 15.00

▪ Salernitana - Pescara domenica 30 ore 15.00

▪ Venezia - Carpi domenica 30 ore 15.00

▪ Benevento - Brescia domenica 30 ore 16.00

▪ Livorno - Padova domenica 30 ore 18.00

▪ Spezia - Lecce domenica 30 ore 21.00

▪ Riposa Cosenza

Si partirà per l’ultima giornata del girone di andata con questa classifica:

▪ Palermo 34

▪ Brescia 31

▪ Lecce 29

▪ Verona 29

▪ Pescara 29

▪ Benevento 28

▪ Cittadella 26

▪ Perugia 26

▪ Spezia 25

▪ Salernitana 24

▪ Ascoli 21

▪ Venezia 20

▪ Cremonese19

▪ Cosenza 19

▪ Carpi 16

▪ Livorno 14

▪ Crotone 13

▪ Foggia (-8) 12

▪ Padova 11

GINO PESCITELLI