28/04/2016

Ti sono quasimente scritto questa lettera

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/emigrante_rs.jpg

Carissimo cainate,

Si nu povero cristo si scetasse da una catalessa al mio penziere ascesse matto.

Faciamo un esembio. Io maddormo dieci anni fa e mi sceto di botta auanno e abbiccio la tili visiona mi addono pepprima cosa ca la donna non tene chiu putore di fare vedere la coscia, anzi pare ca non teneno chiu nu vestito ala casa tanto vanno girenno annure. Ma quelo ca più mi impressiona perchene al mio penziere nel caso loro si tratta di uno sfoco naturale del putanesimo dela donna quelo ca più mi impressiona è ca il masculo taliano si veste coma nunfinfero. Giacchettelle corte e cauzuni ca nun toccano la scarpa mapò che fine ave fatto la cravatta?

Io ti stongo parlanno di uomeni di conseguenzia ciovè gente ca vace ala tili visiona e adderitura ministri e prisidenti, sinneci e diputati inta ala Camera dei Diputati ca si appresentano senza cravatta e cu certe giacchette a quadretti coma si fosse uno spetacolo comico.

Eppò esce il prisidento Renzo co una cammisa ianca e la cravatta ma senza la giacchetta e quanno esce cola giacchetta ale volte non si mete la cravatta. Ma che mondo è chesto?

Una volta queli ca cuanno dovevano fare un discorso si levavano la giacchetta e smanecavano puro la cammisa erano i sindacalisti perchene loro dovevano aizzare la folla e già quanno si smanecavano la cammisa significava ca siamo pronti ala lotta e si si tratta di menare le mani noi cele faciamo vedere siè cazzo il patrone si facesse sotto.

Mamò chesta è gente ca già cumanna tuto a chicazzo deve minaciare?

Mapò ti confesso ca mi pare tuta una scena preparata. Ma è mai pussibbile ca cheste cammise ianche nun teneno una pieca e non songo mai ammucicchiate? Allora cheste songo cammise ca non stevano sotto a una giacchetta ma songo appriparate positivamente peffare la scena inta la tilivisiona.

E si un domani io mi vulesse incandidare come uomo del popolo mavessa accattà cammise ianche e non putesse ausare le cammise di franella aqquadretti. Ma facitimi u piacere iativenne  affangulo attè e ala camisa ianca.

Col quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tuti di famiglia che spero sembre in salute.

L'EMIGRANTE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Ti sono quasimente scritto..."